Canova, pulizie di primavera: i residenti ripuliscono il quartiere

Una splendida giornata di sole ha fatto da cornice ad un'iniziativa all'insegna del bene comune

Pulizie di primavera a Canova per 40 volenterosi, non in casa ma in quella "casa comune" che è il verde pubblico. Si sono dati appuntamento ieri, domenica 8 aprile, di primo mattino i residenti del quartiere di Trento Nord per ripulire strade e parchi pubblici. 

Una splendida domenica di sole ha fatto da cornice ad una giornata di impegno per il bene comune e di socializzazione. Sì, perchè prendersi cura insieme di quel che è di tutti è sicurramente uno dei modi migliori per intrattenere rapporti di buon vicinato. 

Il volontariato sembra essere contagioso visto che alla giornata di ieri erano presenti anche i "vicini": i volontari di Gardolo e di Spini, che propongono la stessa iniziativa nei loro quartieri. C'erano anche le associazioni Carpe Diem, Charisma, Arianna ed Alchemica, quest'ultima ha aggionto il dilettevole all'utile organizzando, mentre i più "grandi" erano intenti a raccogliere l'immondizia qua e là,un laboratorio di pittura per i più piccoli. Non sono mancati due aquilotti in rappresentanza di tutta la squadra: il presidente Luigi Longhi ed il giocatore Luca Lachthaler. 


 

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento