Consentì la caccia alle marmotte: ora Durnwalder deve mezzo milione di euro allo Stato

Sentenza storica della Corte d'Appello, rispetto ai 6000 euro della condanna in primo grado: la fauna è un bene comune, e l'ex governatore altoatesino ha determinato quindi un "danno erariale" da un milione di euro

Dovranno pagare, in due, più di un milione di euro per il danno arrecato all'Alto Adige con due decreti, emessi nel 2010 e nel 2014. Sono stati condannati, dalla Corte dei Conti, al pagamento di 568mila euro ciascuno l'ex prsidente della Provincia di Bolzano Luis Durnwalder e l'ex direttore dell'Ufficio Caccia e Pesca Heinrich Erhard. 

La colpa è qualla di aver emanato, per Durwalder, e reso effettivi, per Erhard, due decreti che permettevano la caccia di specie faunistiche protette dalla legge dello Stato, in particolare fece molto discutere a scelta  di aprire la caccia alle marmotte. Un vero e proprio danno per il patrimonio pubblico. Un danno erariale ora qquantificato dalla Corte dei Conti in 1 milione 136mila euro. 

Kompatscher: "Sentenza illogica, quel decreto limitò i danni"

La Pima sezione centrale d'appello dell Corte dei Conti ha quindi accolto il ricorso della Procura  regionale  contro la sentenza di primo grado che aveva condannato Durnwalder ed Erhard ad una multa di  soli 6.192 euro ciascuno. Ora la "multa" ha due zeri in più. 

"Un monito chiaro ai politici attuali e futuri della Provincia Autonoma di Trento - questo il commento dell'Osservatorio Spontaneo sul rispetto dell'ambiente in Trentino, con riferimento al  recente disegno di legge della Giunta che vorrebbbe permettere l'abbattimento di orsi e lupi - Ricordiamo che la fauna è ufficialmente un bene comune. Sappiamo che in Provincia le maggiori cariche che si occupano di fauna a livello amministrativo sono cacciatori. Sappiamo che nei Parchi gli assessori alla fauna capita che siano cacciatori e che non stiano dimostrando con i fatti di fare qualcosa affinché la fauna sia visibile come nei Parchi seri del mondo". 

Potrebbe interessarti

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

  • Falena gigante sul balcone di una nostra lettrice: ecco di che specie si tratta, la spiegazione del Muse

I più letti della settimana

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Strani rumori in giardino: esce a controllare e si ritrova davanti l'orso

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

Torna su
TrentoToday è in caricamento