"Facciamo campi e pascoli sui boschi abbattuti". La proposta di Dallapiccola fa discutere

Un'occasione da sfruttare, secondo l'ex assessore all'Agricoltura, per "far tornare il paesaggio quello di qualche decennio fa"

Campi e pascoli dove c'era il bosco. C'era, appunto. L'imperfetto è d'obbligo dopo la furia del vento, che nelle vallate del Trentino Orientale ha fatto strage di alberi riconsegnando un paesaggio a tratti spettrale. La proposta è dell'ex assessore all'agricoltura Dallapiccola, ora consigliere  di minoranza nel Pattt.

Un'occasione da sfruttare, queste le  parole usate da Dallapiccola per presentare la sua proposta. "le zone colpite maggiormente potrebbero vedere il territorio tornare come qualche decennio fa e veder nascere attività agricole che negli ultimi anni non hanno potuto essere presenti in quei territori. Si potrebbe quindi investire su attività di imprese per gestire il territorio, dando quindi ai contadini la gestione del nostro paesaggio”. Proposta che, naturalmente, fa molto discutere. Gli esperti stimano che il bosco potrebbe ritornare ad essere quello di prima in un decennio. 

Potrebbe interessarti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Cosa fare Ferragosto: cultura, musica e buona cucina

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Tamponamento a catena: in sette all'ospedale compresi due bimbi

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

Torna su
TrentoToday è in caricamento