Dopo i danni del maltempo riapre parzialmente Arte Sella

Il museo, nel quale natura e opera d'arte si fondono in un'unica entità, è stato devastato proprio dalla Natura "nè buona, nè cattiva" scrivono i responsabili. Grazie allo sforzo messo in campo per ripristinare alcune aree ora Arte Sella è pronta per la riapertura

La Cattedrale vegetale in inverno

A seguito degli eventi che si sono abbattuti sulla Val di Sella e sul Trentino il 29 ottobre 2018, grazie al sostegno giunto da istituzioni, artisti, aziende e privati cittadini, Arte Sella ha lavorato alacremente alla ricostruzione dell’Area di Malga Costa e della Cattedrale Vegetale.

A distanza di un mese dall'ondata di maltempo che ha devastato il Trentino Arte Sellla torna ad accogliere i visitatori.  Il grande museo d'arte naturale sarà aperto dalle 10 alle 17. Domenica 2 dicembre 2018 alle ore 15 è prevista  una sorta di riapertura ufficiale, nonostante il grande sforzo  ancora in atto per ripristinare tutte le aree del  museo all'aperto,, che vuole essere un momento di condivisione e di ringraziamento per l’aiuto ricevuto in questo momento così peculiare, nonché di riflessione sulle prospettive generative future di Arte Sella.

Il 29 ottobre 2018 è avvenuta un’accelerazione improvvisa dei processi naturali con i quali, per definizione,  convivono le opere d'arte di questo  particolarissimo museo: "La forza inaudita della natura - spiegano i responsabili del  mmuseo - né buona né cattiva, ha compresso il tempo: il bosco alle pendici sud del monte Armentera, nel quale si insinuava armoniosamente il percorso ArteNatura, è stato abbattuto in pochi attimi dal vento, così come il giardino di Villa Strobele, che, dopo aver ospitato le prime edizioni di Arte Sella, dal 2017 era diventato uno spazio espositivo unico, dedicato al mondo dell’architettura internazionale".

"Arte Sella ha lavorato alacremente alla ricostruzione dell’Area di Malga Costa e della Cattedrale Vegetale. Pur nella grande fatica, Arte Sella vuole ripartire da questa consapevolezza, dalla certezza che una forza generatrice è al lavoro e va assecondata, guidata, coltivata insieme a tutti coloro che hanno a cuore il nostro futuro" si  legge nella nota  con la  quale Arte Sella invita tutti a visitare il  museo all'aperto anche  in inverno. 

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • "Cavalli pelle e ossa, con gli zoccoli spezzati": la denuncia di Oipa Trentino

  • Alzheimer, nasce la Carta dei Diritti per chi si prende cura di un familiare

I più letti della settimana

  • Nuvole da fantascienza nei cieli di Trento: ecco di cosa si tratta

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Schianto contro un camion sul rettilineo: muore motociclista

  • Incidente, auto si schianta contro camion: un ferito molto grave

Torna su
TrentoToday è in caricamento