Api in pericolo a Trento sud. La replica della Fondazione Mach: "Tutto regolare"

La Fondazione Mach precisa che l'avviso per dare il via ai trattamenti contiene tutte le precauzioni del caso

"Nessun pericolo per le api, se si applica correttamente quanto scritto nell'avviso". Così la Fondazione Mach risponde al presidente degli Apicoltori Trentini che nei giorni scorsi aveva lanciato l'allarme, attraverso la stampa locale, per le api a Trento Sud. 

La Fondazione mach è infatti delegata a stabilire tempi e metodi dei trattamenti in agricoltura. Nei giorni scorsi è arrivato l'avviso per dare il via ai trattamenti nelle campagne a sud della città ed il presidente degli Apicoltori è saltato, giustamente, sullasedia: le arnie erano ancora là, con le api in piena attività per la fioritura.

Un errore di interpretazione, a quanto pare. "Già in premessa dell'avviso si parla di "..termine della fioritura e completa caduta petali", proprio per scongiurare il rischio di mettere in contatto le api col prodotto. Vengono fornite, inoltre, indicazioni sullo sfalcio preventivo del prato prima dell'eventuale intervento. Quindi nemmeno le visite su tarassaco possono costituire fonte di intossicazione delle api se si rispetta questa precauzione" si legge nella replica della FEM. 

la Fondazione mach specifica inoltre che l'avviso è destinato agli agricoltori biologici, i quali "sono in particolare sensibili alla salvaguardia delle api". Insomma, si legge tra le righe, chi è dedito all'agricoltura biologica dovrebbe poter applicare correttamente le istruzioni. 

"La FEM precisa che le indicazioni contenute nell’avviso tecnico sono di per sé complete, chiare e dettagliate per evitare le intossicazioni delle api. L’avviso fa parte di una serie di comunicazioni tecniche che periodicamente vengono inviate agli agricoltori per allertarli su eventuali possibili problemi agronomici e sanitari e consigliare i controlli da eseguire in campo" conclude la nota.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ovuli di coca ed eroina: fermati al Brennero con 2,5 chili nello stomaco

  • Attualità

    Riaperta la strada di Cembra, chiusa per frana

  • Politica

    Pesticidi: il clorpyriphos doveva essere bandito in Trentino dal 2016

  • Cronaca

    Pregiato Bordeaux francese, in realtà vino da 2 euro: ecco la truffa

I più letti della settimana

  • Incidente mortale, esce di strada e finisce in un burrone: morto 38enne

  • Ragazzo scomparso da casa, l'appello su facebook: "Aiutateci a ritrovarlo"

  • E' Cristina Pavanelli, trentina, la donna morta sul Flixbus in Germania

  • Forbes, 5 città italiane da visitare prima che lo facciano tutti: Trento c'è

  • Malore alla guida: accosta con l'auto e urta un'Ape

  • "Salvini togli anche questi": a Trento arriva la 'protesta dei lenzuoli bianchi'

Torna su
TrentoToday è in caricamento