Alberi abbattuti dal maltempo: ci vorranno due anni per rimuoverli

Una task force pubblico/privata per gestire al meglio il legname degli alberi abbattuti dal maltempo di fine ottobre, questa la proposta della Provincia

Una task force tra enti pubblici e privati per decidere cosa fare con gli alberi abbattuti dalmaltempo di fine ottobre nei boschi trentini. I rischi sono molteplici: da un lato il crollo del prezzo del legno (secondo indiscrezioni diversi compratori austriaci si starebbero preparando a comprare "in stock" il legname), dall'altro lato il rischio che i tronchi, lasciati lì dove sono con i rami ancora attaccati, possano rivelarsi inutibilzzabili dopo l'inverno.

“Vogliamo impostare un percorso condiviso cercando di coordinarci al meglio attraverso un approccio di sistema, che ci consenta di tutelare la filiera trentina del legno. Siamo qui per ascoltare e per verificare, insieme a voi, come quali siano le azioni più urgenti da intraprendere, tenendo conto di quello che già è stato fatto. Il confronto sarà costante” ha detto il presidente della Provincia Fugatti nella  riunione convocata presso il Consorzio Comuni Trentini. Secondo le previsioni, in ogni caso, ci vorranno circa due anni per rimuovere tutto il materiale schiantato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Lago di Garda, ecco il progetto della prima pista ciclabile subacquea del mondo

Torna su
TrentoToday è in caricamento