Trekking fotografico autunnale nel Parco Naturale Adamello Brenta

foto: Archivio APT Madonna di Campiglio / Bisti

Il Parco Naturale Adamello Brenta, in collaborazione con Fujifilm, Trentino Marketing, Servizio aree protette della Provincia autonoma di Trento, Apt Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena e Ambiente Trentino, organizza un trekking fotografico con il fotografo naturalista professionista Simone Sbaraglia, da venerdì 3 a domenica 5 novembre, con la possibilità di soggiornare nei dintorni di Sant’Antonio di Mavignola in alberghi certificati Qualità Parco.

Sabato 4 novembre

In Vallesinella sul Sentiero dell’Orso (8 km circa)

Dalla località Palù presso Madonna di Campiglio si imbocca il sentiero che sovrasta la strada che conduce in Vallesinella, una delle valli più note e apprezzate del Parco. In 4 km di snodo e circa 200 metri di dislivello il sentiero conduce a Malga Vallesinella Alta (quota 1.680 m), spingendosi nel cuore delle Dolomiti di Brenta – Patrimonio UNESCO. Passando attraverso boschi di abete rosso, faggio, larice e pino silvestre, si incontrano interessanti cromatismi fino a raggiungere l'alpeggio, incoronato dalle vicine pareti rocciose.

Da qui si scende verso le spettacolari Cascate Alte di Vallesinella, di origine carsica, sulle quali il Parco ha realizzato un gioco di passerelle che rende il passaggio un’affascinante esperienza.
Si rientra a Campiglio lungo il bellissimo Sentiero dell'Arciduca passando anche dalle pittoresche Cascate di mezzo.

Domenica 5 novembre

Panorama sulle Dolomiti UNESCO (7 km circa)

Partendo a piedi dalla località Patascoss a Madonna di Campiglio, si raggiunge comodamente nel bosco di abete rosso il pascolo di Malga Ritorto, balcone naturale per ammirare nel suo insieme il gruppo delle Dolomiti di Brenta - Patrimonio dell'Umanità UNESCO.

Se il tempo lo permette, da qui una deviazione di 2 km circa sale in quota fino alle limpide acque del Lago Ritorto attraverso un sentiero esposto verso le cime del Gruppo Adamello - Presanella.
Da Malga Ritort si scende lungo una comoda strada forestale passando dai pascoli di Milegna, località caratterizzata da pittoresche "baite da mont" legate alle attività tradizionali dello sfalcio e del pascolo dove scorrono diversi rii e compaiono le prime latifoglie, come il frassino e l'ontano bianco. Si scende ancora verso la località Clemp che ospita, ancora in buone condizioni, un fortino della Prima Guerra Mondiale tra belle faggete e abeti rossi. Infine, attraverso una strada massicciata, intervallata dalle stazioni di una antica Via Crucis, si scende, tra larici, abeti e noccioli, fino all'abitato di Sant’Antonio di Mavignola.

Per prenotazioni e qualsiasi informazione telefonare al numero 348.0176732 (Ambiente Trentino) o scrivere a info@ambientetrentino.it

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Escursioni, potrebbe interessarti

  • Golose Baite tra natura, storia e gusto

    • 26 maggio 2019
    • monte Baldo
  • La Sat festeggia i novant'anni del «Pernici»

    • 26 maggio 2019
    • Rifugio Nino Pernici

I più visti

  • 'Shit', le foto di Erik Kessels sui soldati tedeschi che defecano mostrano che la guerra non ha dignità

    • dal 15 maggio al 15 giugno 2019
    • Foto Forum, Bolzano
  • 50 anni dall’allunaggio: storia e prospettive dell’esplorazione spaziale

    • dal 8 dicembre 2018 al 21 luglio 2019
    • Fondazione Museo Civico
  • Cena in bianco e verde con una mega tavolata di 500 metri in piazza

    • 1 giugno 2019
  • Orchidee da tutto il mondo al Muse: a maggio la mostra mercato

    • dal 25 al 26 maggio 2019
    • Muse
Torna su
TrentoToday è in caricamento