Rosa Bianca, oggi don Ciotti a Terzolas

Il fondatore di Libera parlerà di impegno civile oggi pomeriggio alla Scuola di formazione politica estiva dell'associazione "Rosa Bianca". "Rischiare la pace, cercare giustizia" il titolo del suo intervento. Nei prossimi giorni attesi don Zuppi e Donata Borgonovo Re

"Rischiare la pace: tempo di scelte nonviolente, restiamo umani". E' questo il titolo dell'edizione 2015 della scuola di formazione estiva politica dell’associazione “Rosa Bianca”. Al convento di Terzolas in Val di Sole fino al 30 agosto come ogni anno sono tanti gili interventi in programma. Oggi alle 17:30 Don Ciotti parlerà di impegno civile. "Rischiare la pace, cercare giustizia" il titolo dell' intervento del fondatore di Libera. Nei prossimi giorni sono attesi monsignor Matteo Zuppi, vescovo ausiliare di Roma e mediatore di pace, Donata Borgonovo Re, Gabriele Nissim, fondatore della Foresta dei Giusti, e l'analista politico Alessandro Politi. I partecipanti, provenienti da tutta Italia si confronteranno  sul tema “Rischiare la pace: tempo di scelte nonviolente, restiamo umani”, con focus sul dramma dei migranti in fuga dalle guerre, delle vittime di violenza e persecuzioni, sulla mobilità umana globale. Specifica attenzione sarà data alle pratiche non-violente che è possibile promuovere nei diversi contesti culturali,e al ruolo di mediazione che l'Italia e l'Europa possono esercitare nell'attuale panorama internazionale, attraverso la cooperazione, l'attività di peacekeeping e l'impegno attivo per la gestione dei conflitti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Si schianta con gli sci a Madonna di Campiglio: non ce l'ha fatta Cristina Cesari

  • Campiglio, drammatico incidente sugli sci: gravissima una ragazza di 25 anni

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Ragazza aggrappata al parapetto, in piedi in mezzo al ponte Mostizzolo: il salvataggio

Torna su
TrentoToday è in caricamento