Mori a teatro con Hendel, Riondino e Vergassola

Paolo Hendel, David Riondino e Dario Vergassola sono i nomi che più di tutti sapranno concentrare l'attenzione sulla stagione teatrale di Mori. Una stagione che offrirà appuntamenti interessanti, svariando dalle forme più sperimentali della recitazione alle commedie dialettali, dalle esibizioni dei cori e della banda fino al programma per le scuole, che quest'anno prevede anche laboratori in classe.

Il percorso offerto nasce attorno all'idea di condivisione, di collaborazione tra varie persone e realtà che hanno messo passione nella costruzione del programma. Le proposte sono dunque molteplici e, nella loro differenza, cercano di dare un'idea di teatro composita, dove alle risate si alterna la commozione e tra esse, sempre, una riflessione. Sul volumetto promozionale, accanto alle descrizioni degli spettacoli, ci sono dei "suggerimenti" indicati da emoticon: un altro tentativo di mescolare i linguaggi. La novità di quest'anno è l'introduzione della stagione “Rifrazioni indipendenti”, che si rivolge alle produzioni indipendenti di teatro contemporaneo, realizzata in collaborazione con EvoèTeatro.

Lo spettatore potrà scegliere tra 3 possibili abbonamenti: quello per la stagione principale (7 spettacoli), quello per la stagione “Rifrazioni indipendenti” (4 spettacoli) oppure un grande unico abbonamento per entrambe le stagioni.

Sono confermate le proposte della Filodrammatica “Gustavo Modena” di Mori e del Sipario d'Oro; completano l'offerta i concerti dei cori e della Banda di Mori-Brentonico, oltre a uno spettacolo dedicato alla festa della donna.

La proposta per il teatro scuola, a cura di Michele Comite, è arricchita da percorsi laboratoriali per accompagnare i ragazzi nella comprensione dello spettacolo e nello spettacolo, cercando così di costruire percorsi di senso e condivisi con loro e con le insegnanti che costruiscono con i ragazzi i percorsi didattici.

Ad anticipare la stagione sarà lo spettacolo di sabato 19 novembre alle 20.30: la Compagnia Gustavo Modena propone "La famiglia dell'antiquario ossia la suocera e la nuora" di Carlo Goldoni. L'ingresso è libero. In questa occasione verrà presentata agli spettatori la stagione teatrale con la distribuzione del materiale.

STAGIONE PRINCIPALE

Offre 7 spettacoli e, come lo scorso anno, cerca di offrire sfaccettature molteplici del linguaggio teatrale, che oggi si alterna tra voci, parole, silenzi, danza, luci in modalità anche molto differenti tra loro.

L'apertura della stagione è con i Familie Flöz. Teatro Delusio è teatro nel teatro. L’inquietante vivezza delle maschere, le fulminee trasformazioni e una poesia tipicamente Flöz trascinano il pubblico in un mondo a sé stante, un mondo carico di misteriosa comicità. Con l’aiuto di costumi raffinati e di suoni e luci ben concepiti, i tre attori mettono in scena 29 personaggi e danno vita a un teatro completo.

A gennaio invece lo spettacolo di Giuseppe Cederna L’ultima estate dell’Europa affronta la prima guerra mondiale con una narrazione che passa dai futuristi ai generali, dai fanti mandati a morire sul Carso e sull’Isonzo ai loro compagni di naufragio fino agli scrittori e ai poeti le cui parole, ancora oggi, ci illuminano e ci commuovono: Owen, Stuparich, Gadda, Ungaretti, Trilussa, Rumiz. Dall’esaltazione alla consapevolezza. Dalle “Radiose giornate di Maggio” alla notte di Caporetto.

In febbraio Hotel Dolores ci porta nel mondo della danza con le movenze del tango e tutta la cultura che porta con sé.

Marta Cuscunà con È bello vivere liberi propone uno spettacolo per riappropriaci della gioia, delle risate, delle speranze dei partigiani che sono state soffocate dallo sterile nozionismo. È uno spettacolo per riscoprire l'atmosfera vitale e vertiginosa di quel periodo della nostra storia in cui tutto sembrava possibile.

Il ritorno di Casanova di Lombardi Tiezzi propone angoli nuovi e suggestivi di celebri narrazioni. In questo meraviglioso racconto del 1918 – ridotto a opera teatrale attraverso l’artificio di far parlare Casanova in prima persona - si rivela la tragicommedia della coscienza moderna, sganciata dai valori della tradizione, attenta ai propri istinti e ai propri falsi valori, nel tentativo di sfuggire alla vecchiaia e alla morte. Il cuore del testo è quindi un freudiano scontro fra amore e morte, segnato dall’angoscia della fine di un’epoca “felice”.

A marzo la nuova produzione di Paolo Hendel con Fuga da Via Pigafetta. Hendel torna all’originaria vocazione teatrale che lo ha reso celebre ai suoi esordi quando, con coraggiosa inventiva, parlava con la propria immagine sdoppiata dentro a un televisore. Quella stessa vena surreale, unita alla capacità di cogliere in anticipo il potenziale comico della tecnologia, viene messa ora al servizio di una commedia molto divertente e originale, ambientata in un’immaginaria Italia del futuro.

La stagione si chiude con la coppia David Riondino e Dario Vergassola in La traviata delle Camelie: un viaggio attraverso musica e letteratura da La Traviata di Verdi a La Dama delle Camelie di Dumas. Lo spettacolo si snoda sull'interazione tra Riondino (il fine dicitore della storia) Vergassola (l'incredulo spettatore di tanta vicenda) la cantante e la musica originale di Giuseppe Verdi arrangiata per ensemble da camera attraverso una serie di situazioni drammatiche ma anche dissacranti.

RIFRAZIONI INDIPENDENTI

Il teatro è un prisma, uno strumento magico che scompone l'arte e la rifrange in mille sfumature delle quali spesso non conosciamo l'esistenza. Questo è l'obiettivo della rassegna Rifrazioni Indipendenti in scena da gennaio ad aprile. Un compendio di sfumature pescate dal mare del teatro indipendente italiano, con grandi personalità artistiche e maestri che non si accompagnano ai circuiti principali, ma che seguono un loro personale percorso di crescita e sviluppo dell'arte della messa in scena. Il tema del percorso sarà l'esplorazione, e così come l'escursionista cerca i sentieri e i panorami sconosciuti, qui si entrerà nella pluralità dei generi che compongono questo mondo teatrale: dalla commedia in maschera alla poesia della creazione artistica, dal monologo-racconto su vizi e virtù all'autobiografia di una vita, dalla commedia al dramma.

Ci saranno nomi prestigiosi, artisti forse poco noti ai giri di grido, ma conosciuti e stimati nel mondo del teatro, non solo italiano, per percorso artistico e personalità. Persone che accompagnano la loro arte ad esperienze di vita eccezionali, come ad esempio César Brie che il 28 gennaio aprirà questa rassegna con Ero. L’autore è scappato dall'Argentina al tempo della dittatura, tornato in Bolivia dove ha fondato la compagnia dei Los Andes e poi fuggito di nuovo in Italia dopo aver appoggiato la rivolta dei Peones sudamericani. Ci sarà Giuliana Musso, Il 23 marzo, una grandissima interprete contemporanea del teatro italiano, a raccogliere le memorie dei Nati in Casa, e riportarle all'oggi in una forma divertente e spigliata.

A questi due monumenti del teatro si affiancano due compagnie giovani con proposte completamente differenti. Evoè!Teatro offrirà il suo lavoro di ricerca sulla commedia in maschera con Anfitrione Mon Amour, una tragicommedia coniugale sul tema più chiacchierato e sfuggente di tutti i tempi: l'Amore. Eco di Fondo, una giovane compagnia milanese che sta acquisendo sempre più spazio nel panorama artistico nazionale, porterà la sua avventurosa ricerca nello spettacolo La Sirenetta, che presenta con grande poesia la fiaba di Andersen come metafora dell'identità sessuale.

TEATRO SCUOLA

Amore, amicizia, libertà: questa la cornice tematica dentro alla quale si muoveranno gli spettacoli per i ragazzi delle scuole, in un percorso di condivisione e trasformazione da semplici spettatori a fruitori attivi e attenti delle performance teatrali. In stretta collaborazione con gli insegnanti verrà infatti attivato un percorso di conoscenza degli aspetti teatrali. La fruizione verrà quindi preceduta da laboratori di approfondimento e a teatro la compagnia dedicherà un momento per la spiegazione dello spettacolo proposto. Condivisione quindi come parola chiave in un percorso che vorrebbe crescere negli anni e trasformare sempre più gli spettatori in attori, dove condivisione significa far crescere insieme proposte, temi, interessi per rendere il teatro un luogo comune. Ecco i titoli: Prometeo seconda e terza media, Il diario di un brutto anatroccolo seconda e terza elementare; È bello vivere liberi! seconda e terza media; Capitani coraggiosi quarta e quinta elementare; Out quinta elementari e prima media; Cielo degli orsi ultimo ciclo materne e prima elementari.

Questi gli spettacoli teatrali proposti dal Comune di Mori in collaborazione col coordinamento teatrale trentino e, per la stagione Rifrazioni Indipendenti, con EvoèTeatro. A queste si aggiungono le stagioni ormai 'storiche' proposte da Sipario d'Oro e Filodrammatica 'Gustavo Modena di Mori' oltre alle rassegne dei cori.

BIGLIETTI E INFORMAZIONI

La prevendita parte lunedì 14 novembre presso le Casse Rurali del Trentino e online sul sito primiallaprima.it.

PREZZI

ABBONAMENTI A 7 SPETTACOLI – STAGIONE TEATRALE MORI

Intero € 70,00

Ridotto (oltre i 65 anni, Associazioni e Circoli di Mori, soci Coop. “In Cooperazione”,

soci Acli e soci Trenta, Progetto 33 Trentini) € 45,00

Ridotto giovani (under 30) € 30,00

ABBONAMENTI A 4 SPETTACOLI – RIFRAZIONI INDIPENDENTI

Intero € 20,00

Ridotto (oltre i 65 anni, Associazioni Circoli di Mori, soci Coop. “In Cooperazione”,

soci Acli e soci Trenta, Progetto Trentatrè Trentini) € 18,00

Ridotto giovani (under 30) € 15,00

ABBONAMENTI A 11 SPETTACOLI – GRANDE STAGIONE

Intero € 90,00

Ridotto (oltre i 65 anni, Associazioni e Circoli di Mori, soci Coop. “In Cooperazione”,

soci Acli e soci Trenta, Progetto 33 Trentini) € 63,00

Ridotto giovani (under 30) € 45,00

INGRESSI
Intero € 12,00

Ridotto (oltre i 65 anni, Associazioni e Circoli di Mori, soci Coop. “In Cooperazione”,

soci Acli e soci Trenta, Progetto 33 Trentini) € 8,00

Ridotto giovani (under 30) € 5,0

La biglietteria del teatro apre alle 20 nelle sere di spettacolo.

Informazioni: Ufficio cultura Comune di Mori (0464/916.229).

STAGIONE PRINCIPALE

Teatro Delusio, Familie Flöz, venerdì 9 dicembre, ore 20.45

L’ultima estate dell’Europa, Giuseppe Cederna, venerdì 20 gennaio, ore 20.45

Dolores hotel, sabato 4 febbraio, ore 20.45

È bello vivere liberi! Marta cuscunà, venerdì 10 febbraio, ore 20.45

Il ritorno di Casanova, Lombardi Tiezzi, venerdì 17 febbraio, ore 20.45

Fuga da via Pigafetta, Paolo Hendel, venerdì 31 marzo, ore 20.45

La Traviata delle camelie, Dario Vergassola e David Riondino, venerdì 7 aprile, ore 20.45

STAGIONE RIFRAZIONI INDIPENDENTI

Ero, Cesar Brie, sabato 28 gennaio, ore 20.45

Anfitrione mon amour, EvoèTeatro, venerdì 3 febbraio, ore 20.45

La sirenetta, Eco di fondo, venerdì 17 marzo, ore 20.45

Nati in casa, Giuliana Musso, giovedì 23 marzo, ore 20.45

STAGIONE TEATRO A SCUOLA (MATINÉE)

Prometeo, Ass.clochart, laboratorio studenti, sabato 14 gennaio

Il diario di un brutto anatroccolo, venerdì 27 gennaio

È bello vivere liberi!, Marta Cuscunà, venerdì 10 febbraio

Capitani coraggiosi, Bam bam teatro, giovedì 4 maggio, ore 20.45

Out, Unetrwasser, venerdì 12 maggio, ore 20.45

Cielo degli orsi, Teatro gioco vita, venerdì 26 maggio

SIPARIO D’ORO 2017 (MARZO)

Venezia, venezia, sabato 4 Marzo

La partieta, venerdì 10 Marzo

Occupazione abusiva, sabato 18 Marzo

Tingeltangel, sabato 25 Marzo

XXXIII Rassegna teatro amatoriale “Gustavo Modena” (APRILE)

Torta de pomi, sabato 1 aprile

Bon di bon an dame na bona man, sabato 8 aprile

Letto ovale, sabato 22 aprile

El saria massa bel se l fussa vera, sabato 29 aprile

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Stand up comedy: al Bugs i "big" della nuova scena italiana

    • dal 25 settembre al 30 dicembre 2019
    • Bugs
  • La nuova stagione del Teatro di Meano

    • dal 15 settembre 2019 al 14 marzo 2020
    • Teatro di Meano
  • La stagione di Teatro tra la Grande Prosa e altre tendenze

    • dal 15 ottobre 2019 al 1 aprile 2020
    • Teatro Sociale

I più visti

  • Mercatini di Natale a Trento

    • Gratis
    • dal 23 novembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Piazza Fiera
  • Il Natale a Riva è di gusto

    • Gratis
    • dal 16 novembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • centro storico
  • Musicantica, sei concerti dedicati ai suoni d'altri tempi

    • Gratis
    • dal 11 ottobre al 6 dicembre 2019
    • vedi info
  • Stand up comedy: al Bugs i "big" della nuova scena italiana

    • dal 25 settembre al 30 dicembre 2019
    • Bugs
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TrentoToday è in caricamento