Orphans, la mostra fotografica di Francesco Frizzera

A Trento, dopo il successo di pubblico e di critica riscosso all’URBAN CENTER di Rovereto, FRANCESCO FRIZZERA ripresenterà la sua esperienza presso il Villaggio San Marcellino di Harare, significativa sia per il suo arricchimento personale sia per il Villaggio San Marcellino e per l’intera comunità trentina.

Sarà presente anche il dr. Carlo Spagnolli che fu, assieme alla compianta moglie Angelina, il primo promotore della costruzione del Villaggio che ha ridato vita e speranza a molti bambini orfani, abbandonati, ammalati di AIDS e portatori di gravi handicap fisici.

Francesco Frizzera ha 24 anni e nell'aprile del 2016 supera dubbi e incertezze personali e accetta la proposta della nostra Associazione di trasferirsi ad Harare, capitale dello Zimbabwe, per due mesi e mezzo con il ruolo di supervisore dei lavori di manutenzione straordinaria da eseguire presso il Villaggio San Marcellino, orfanotrofio che ospita 80 tra bambini e ragazzi dai 2 ai 20 anni. La struttura è gestita da una coppia anziana di sudafricani bianchi.

L'impatto per Frizzera è stato folgorante e ha deciso di fotografare la sua esperienza, di fissare le sue sensazioni emotive di fronte a questo pezzo di Africa e alla fragilità dei ragazzi.

"Con queste fotografie voglio raccontare l’energia percepita durante il mio periodo in Africa, e i momenti della vita di alcuni ragazzi orfani che ho conosciuto e che sono stati come fratelli per me”.

Fotografie che sembrano uscire da un'altra epoca, da un luogo distante, con dinamiche e ritmi alieni (complice forse anche il fatto che siano su pellicola). Dall'intensità degli sguardi dei giovani ritratti, di immensa malinconia, scaturisce il fascino di questi scatti.

Ecco la sua testimonianza:
“Mi chiamo Francesco Frizzera e ho 24 anni. E devo essere totalmente sincero, ancora non ho totalmente ben chiaro cos’abbia voluto dirmi l’Africa con quest’esperienza. Posso confermare però che vi sono delle sensazioni che potrei dipingere o cantare; sensazioni primarie che pensavo di aver dimenticato.

Sensazioni che ti sussurrano nell’ orecchio che sei ancora vivo e che il mondo, nonostante i suoi difetti, deve vivere. Senza aver mai la paura di credere in qualcosa che ancora non esiste, perché è sempre stato questo il suo destino, e soprattutto il nostro di noi umani.
Tali sensazioni le ho vissute maggiormente con bambini di 10-12 anni che in tutta la vita non sono mai usciti da quell’ orfanotrofio…

Essere stato una specie di “altro fratello”, dentro a quel gruppo di 80 vite umane, considerate proprietà del governo, mi ha dato l’opportunità di ricalibrare l’assetto della mia intera esistenza che era sbilanciato… da paranoie, criteri inventati e di false verità… le stesse che hanno la capacità di spegnerti.

Con queste fotografie voglio raccontare dell’energia percepita durante il mio periodo in Africa, delle differenze che costituiscono l’equilibrio sul quale il mondo si pone e dei momenti della vita di alcuni ragazzi orfani che ho conosciuto che sono stati come fratelli per me.

Semplicemente, racconto che cosa ho provato, cosa mi ha colpito, cosa mi ha fatto piangere, cosa mi ha fatto ridere, cosa mi ha fatto arrabbiare e cosa ho compreso da tutto questo “mondo altro ". Posso solo dire una cosa: sento di aver guadagnato un rara e inestimabile sensazione di ricchezza… La condividerò con voi.”


Gi scatti saranno esposti dal 21 al 30 marzo con il seguente orario:
Giorni feriali - dalle 15:00 alle 18:00
Sabato e domenica - dalle 16:00 alle 19:30

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Potrebbe Interessarti

    • Estinzioni: al Muse storie di catastrofi ed altre opportunità

      • dal 16 luglio 2016 al 26 giugno 2017
      • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
    • Novembre 1966: alle Gallerie di Piedicastello la storia della grande alluvione

      • Gratis
      • dal 4 novembre 2016 al 3 settembre 2017
      • Le Gallerie di Piedicastello
    • Donne in campo: scampagnate in nove aziende agricole al femminile

      • Gratis
      • dal 7 maggio al 12 novembre 2017

    I più visti

    • Estinzioni: al Muse storie di catastrofi ed altre opportunità

      • dal 16 luglio 2016 al 26 giugno 2017
      • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
    • Novembre 1966: alle Gallerie di Piedicastello la storia della grande alluvione

      • Gratis
      • dal 4 novembre 2016 al 3 settembre 2017
      • Le Gallerie di Piedicastello
    • Donne in campo: scampagnate in nove aziende agricole al femminile

      • Gratis
      • dal 7 maggio al 12 novembre 2017
    • Palù del Fersina, la miniera dell'Erdemolo riapre per la stagione estiva

      • dal 1 maggio al 30 settembre 2017
      • Miniere dell'Erdemolo
    Torna su
    TrentoToday è in caricamento