"Vip" trentini al vernissage di Mirko Demattè in Paganella

Al vernissage il presidente e il vice di Dolomiti Energia e l'assessore Franco Panizza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Grande successo per Mirko Demattè, l'artista trentino che venerdì 21 settembre, presso lo Sport Hotel Panorama di Fai della Paganella, ha inaugurato la sua Art room.

Un ingente afflusso di visitatori, tra cui molti volti noti dell'imprenditoria trentina, il presidente di Dolomiti Energia Rudy Oss e il suo vice Diego Cattoni, sono stati accolti da un'installazione in ferro realizzata nel parco antistante; all'interno hanno invece potuto ammirare quadri e sculture esposti nelle varie sale dell'hotel.

Al secondo piano una stanza d'arte è stata allestita da Demattè per rendere l'ospite fruitore dell'opera dal momento in cui si sdraia fino al risveglio.

La performance, una sorta di figurazione delle indoli maschile e femminile, è studiata per consentire alla coppia che occupa la stanza d'albergo di vivere l'opera a pieno, non di esserne osservatrice passiva.

Alla serata hanno presenziato e pubblicamente espresso parole di elogio e stima nei confronti di Demattè il sindaco di Fai della Paganella Gabriele Tonidandel e l'assessore alla cultura Franco Panizza che ha definito Demattè "uno degli artisti trentini più promettenti e con maggior potenziale, apprezzato e riconosciuto anche dal Mart".

Le telecamere di Telenuovo, la maggior emittente televisiva veneta, hanno filmato la serata ed il percorso espositivo; al vice direttore della stessa emittente, Andrea Andreoli, è stata consegnata un'opera di Demattè in segno di apprezzamento per un recente format televisivo messo in onda da Telenuovo e dedicato alle aziende trentine della green innovation.

Aspettiamo, quindi, di vedere come Demattè saprà distinguersi nel mondo dell'arte e se, come ha auspicato Panizza, saprà portare il vanto trentino nel resto d'Italia e all'estero.

Torna su
TrentoToday è in caricamento