"In fondo al bosco": Dolomiti... da brivido! Domenica la proiezione a Trento

foto di Gianni Mossi

Domenica 22 novembre, alle 19.30 alla Multisala G. Modena si terrà la proiezione-evento del film "In fondo al bosco", realizzato interamente in Trentino da One More Pictures e Sky Cinema in collaborazione con Trentino Film Commission e distribuito da Notorius Picturess. Alla proiezione saranno presenti il regista Stefano Lodovichi e il cast, composto da Filippo Nigro, Camilla Filippi, Giovanni Vettorazzo, Stefano Detassis e Maria Vittoria Barrella. "In fondo al bosco" è un thriller girato in Val di Fassa. Include scene, molto suggestive  filmate fra l'altro nei paesi di Tamion - frazione di Vigo di Fassa - e Soraperra - località di Alba di Canazei - , nei boschi di Alba lungo il torrente Avisio, a Pera e in diversi scorci della città di Trento.

GUARDA IL TRAILER UFFICIALE,  CLICCA QUI...

Per la prima volta una produzione originale Sky viene distribuita nelle sale cinematografiche di tutta Italia, da con inizio il 19 novembre. Il film diretto da Stefano Lodovichi è interpretato da Filippo Nigro e Camilla Filippi, travolti da una vicenda che ha inizio con la sparizione di un bambino di quattro anni nel corso di una festa in cui persone mascherate da diavoli, i "Krampus", terrorizzano il paese con fruste e catene. "Questa è una storia oscura e inquietante, ambientata nell’estrema provincia italiana tra le valli delle Dolomiti. E nasce da una leggenda tipica dell’arco alpino, la leggenda dei Krampus - afferma il regista Stefano Lodovichi - I Conci, la famiglia del nostro film, come qualunque famiglia di provincia, vive di luci e ombre, di difficoltà quotidiane e di ambiguità. Ed è questa ambiguità che mi ha guidato nella ricerca delle location adatte".

"Avevo bisogno di un bosco, un luogo oscuro dove la luce penetrasse a fatica anche di giorno. Un posto freddo, immerso nella neve, isolato dal mondo, silenzioso. Bello e allo stesso tempo inquietante. E l'ho trovato in Trentino, nella Val di Fassa". Lodovichi spiega: "È stata una bellissima e intensa ricerca grazie all’aiuto fondamentale della Trentino Film Commission e dell’Apt Val di Fassa che non solo ci hanno supportato guidandoci fin dentro i posti più nascosti di quella incredibile valle ladina, ma ci hanno sempre affiancato in ogni impresa facendoci scoprire il lato segreto di uno dei posti più belli e delicati del nostro Paese. Film che vivono di atmosfere come questi non potrebbero esistere senza il contributo di chi conosce e vive il territorio. Senza l’aiuto della comunità ladina e della città di Trento, che alle nostre esigenze si è rivelata una piccola grande Cinecittà capace di darci teatri di posa e molto altro, questo film non sarebbe mai nato".

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • A Rovereto dinosauri in carne e ossa

    • dal 14 marzo al 14 luglio 2020
    • Parco dell'ex Asilo nido Manifattura
  • Il Festival dell'economia parte online

    • Gratis
    • dal 29 maggio al 27 settembre 2020
  • Tutti gli eventi estivi a Rovereto

    • dal 7 luglio al 18 settembre 2020
    • vedi programma
  • Cinema all'aperto nel prato del Muse

    • dal 7 luglio al 1 settembre 2020
    • MUSE - Museo delle Scienze di Trento
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TrentoToday è in caricamento