Mostra del cinema di Venezia: in concorso due film girati in Trentino

"Piccola Patria" di Gianpaolo Smiraglia e "La prima neve" di Francesco Bonsebiante sono stati ammessi al celebre Festival che avrà inizio ad agosto. Gareggeranno nella sezione Orizzonti

Due grandi film girati in Trentino saranno in concorso alla 70esima edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Si tratta di “La prima neve” di  Andrea Segre e “Piccola Patria” di Alessandro Rossetto, girati in collaborazione con la Trentino Film Commission, gareggeranno nella sezione Orizzonti.

Per il presidente della Provincia autonoma di Trento, Alberto Pacher, si tratta di ''un traguardo che premia l'attività della nostra Film Commission. Riconoscimenti di questo livello ritengo possano servire da stimolo alla Trentino Film Commission, che sta davvero facendo un buon lavoro di valorizzazione del territorio e di sostegno alle produzioni cinematografiche italiane con risultati che si vedono''. L'annuncio ufficiale è arrivato dal presidente della Biennale di Venezia, Paolo Baratta insieme al direttore della Mostra del Cinema, Alberto Barbera, nel corso della conferenza stampa di presentazione del programma del festival a Roma.

“La prima neve” è stato prodotto da Francesco Bonsebiante. Alla base del film c’è il confronto tra le diverse culture e un ruolo fondamentale nella storia è stato riservato alla montagna e ai luoghi, che parleranno esattamente come i personaggi. E' girato fra la val di Cembra, la valle dei Mocheni e la Valsugana.  La pellicola tratta la storia di un incontro tra un undicenne che vive in montagna ed ha ancora un rapporto con la natura, e un ragazzo africano della Libia, ospitato in un centro di accoglienza, che ha una difficoltà a relazionarsi con la famiglia. I protagonisti si riscopririanno inconsapevolmente complementari, con la consapevolezza di potersi salvare insieme dal dolore che ogni di loro porta con sé. È una riflessione sulla fatica di essere padre, sul rapporto padre-figlio e sul rapporto uomo-natura. Il cast, oltre ad attori non professionisti, come il ragazzino di montagna e i suoi amici, comprende Anita Caprioli e Giuseppe Battiston. “La prima neve” è stato prodotto per Jolefilm con Rai Cinema e sceneggiato dal regista Andrea Segre insieme a Marco Pettenello.

Piccola Patria” è stato prodotto da Gianpaolo Smiraglia per Arsenali Medicei Cinematografica e Luigi Pepe per l'azienda trentina Jump Cut. La pellicola propone un potente ritratto di una periferia del mondo e l'immagine di un piccolo universo ambientato in un torbido Nordest. Il racconto vede l'incrociarsi della vita di due giovani ragazze, Luisa e Renata, con quella di un immigrato albanese, sullo sfondo del tessuto sociale e territoriale; tra città e campagna i protagonisti si muoveranno, faranno le loro esperienze, alimenteranno i loro affetti e i loro sogni, anche a scapito della vita stessa. E' un racconto di disperata vitalità. Luisa e la sua migliore amica Renata ricattano sessualmente Menon, usando per i loro scopi l'ignaro Bilal, giovane fidanzato albanese della protagonista. Ma l'intreccio si complicherà fino a portare a risvolti tragici. E' una storia di vita, d'amore, di trasgressione e oscurità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vede i carabinieri, che hanno fermato un altro, accosta e spegne l'auto: denunciato

  • Vino DOC falso da Pavia a Lavis: blitz della Guardia di Finanza

  • Vino DOC contraffatto: perquisizioni in Trentino, blitz all'alba e sette arresti

  • Tragedia a Villazzano: anziana muore intrappolata nell'incendio

  • Padre e figlio bracconieri denunciati in Val di Sole: stavano decapitando un cervo

  • Investita in via al Desert: è gravissima

Torna su
TrentoToday è in caricamento