A Rovereto un appuntamento con i maestri brasiliani di capoeira, il gioco bandito

Arte marziale bandita, e quindi cammuffata attraverso il gioco, ma anche condensato di tradizioni orali e musica. A Rovereto il Campo de Mandinga dell'Associazione São Salomão

Un'antica immagine della capoeira

Arte del combattimento, canzone che accompagna una danza, arte marziale cammufata fin dai tempi in cui, bandita, dovette trasformarsi in qualcosa di più di una semplice tecnica di lotta, per sopravvivere. Quando si pensa al Brasile la mente richiama subito un pallone e l'inimitabile grido dei commentatori che  sottolineano un goal, ma subito alle spalle del calcio il secondo sport più praticato nel Paese di Pelè e Ronaldo è la capoeira. 

In Trentino questo particolare condensato di musica, fisicità e danza ha il suo riferimento, a partire  dai primi anni 2000 nell'Associazione Capoeira São Salomão. Tramandare anche al di fuori del Brasile questa disciplina, che non a caso è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità, è la missione dell'associazione, che ha in programma, a Rovereto nel weekend del 16/18 marzo, un vero  e proprio raduno per tutti gli appassionati italiani, e naturalmente per i tanti curiosi, con alcuni tra i "maestri" più conosciuti al mondo. 

Mestre Aranha, nato a Recife poi trasferitosi a Roma, è da sempre l'animatore del gruppo trentino, all'interno del quale ha formato alcuni ragazzi diventati a loro volta insegnanti. Accanto a lui ci saranno i maestri brasiliani Mestre Poncianinho, insegnante a Londra; Mestre Plinio, dirttamente da São Paulo, autore di importanti brani che accompagnano la capoeira, e il Contramestre Boneco.

L'appuntamento si chiama Campo de Mandinga. La "mandinga" è la capacità di saper "mentire" attraverso la capoeira, combattimento cammuffato da gioco, come si diceva. O anche viceversa. E' il coraggio di sapersi mettere in gioco, un gioco che nasce come "gioco pericoloso", e questo è ben presente nella tradizione giunta  fino ai giorni nostri, ma anche "l'intangibilità del capoeirista", la regola dichiarata del non voler colpire, la protezione.

Tutte le  informazioni sul sito http://www.capoeirasaosalomao.it/

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Salvini a Pinzolo: "Reintrodurre la leva militare"

  • Cronaca

    Dispersi nella neve al Refavaie, salvati dal Soccorso Alpino

  • Green

    Api in pericolo a Trento sud. La replica della Fondazione Mach: "Tutto regolare"

  • Cronaca

    La tuta alare non si apre, muore base jumper

I più letti della settimana

  • Orrore in un capannone di Scurelle: smontavano le bare prima di cremare i corpi

  • Ecco il rarissimo gatto dorato, fotografato dai ricercatori del Muse in Tanzania

  • Bare e cadaveri abbandonati in un capannone in Valsugana: indagano i carabinieri

  • A22: maxitamponamento, 17 feriti ed autostrada bloccata

  • La tuta alare non si apre, muore base jumper

  • Due incidenti nella notte a Riva del Garda: feriti tre ventenni

Torna su
TrentoToday è in caricamento