c’era una volta…e poi: la piccola mostra che sta diventando un caso

Enorme il successo dell’esposizione ospitata a Fai della Paganella fino al 19 aprile. Le fiabe pittoriche di Massimo Fontanini portano in Trentino molti turisti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Fai della Paganella, febbraio 2015 - Sta diventando un caso, positivo, C'era una volta...e poi. Le fiabe viste con gli occhi di un artista, la piccola esposizione del pittore milanese Massimo Fontanini che, ospitata fino al 19 aprile 2015 in uno dei più famosi art hotel trentini, l'Alp&Wellness Sport Hotel Panorama di Fai della Paganella, sta riscuotendo un'eco mediatica e un successo di pubblico con pochi precedenti.

Fin dai primi giorni di apertura al pubblico le tele di Massimo Fontanini, che costituiscono un ciclo dedicato ai protagonisti di alcune delle più famose favole per bambini visti, però, nella loro età matura e con i segni che la vita ha lasciato su loro e sulle loro storie, hanno attirato l'attenzione di molti media e appassionati d'arte.
È bastato meno di un mese perché testate importantissime dedicassero ampi articoli a questa piccola mostra e, grazie all'eco generata, molti turisti hanno deciso di includere nei loro viaggi anche la piccola località trentina, con lo scopo dichiarato di vedere coi propri occhi le opere esposte.

Chi già ha visitato la mostra, o chi lo farà entro il prossimo 19 aprile, potrà ammirare la grande tela (160x140 cm) che rappresenta l'inizio di questo ciclo; dedicata a Cappuccetto Rosso, la raffigura ritratta di spalle e vestita con uno splendido abito, ancora una volta vermiglio, mentre osserva con nostalgia quel bosco dove la sua storia è cominciata; molti i consensi ottenuti anche da un'altra opera, di dimensioni più piccole (50x70 cm), dedicata ad Hansel e Gretel che oggi, da adulti, riescono a spogliarsi di tutti gli orpelli del rancore e perdonare il torto più grande; quello che il padre gli ha fatto abbandonandoli nel bosco. Ora riescono a capire la disperazione che può avere un genitore, portano via dal buio della colpa e del rimorso il loro padre e si stringono tutti e tre in un abbraccio liberatorio; un abbraccio nudo, che segna un nuovo inizio.

Fra le opere che più stanno facendo sognare i visitatori della mostra, va segnalata quella dedicata ad Alice nel Paese delle meraviglie (70x90 cm); Alice era immersa in un mondo folle quando era bimba e non vuole abbandonarlo neanche da adulta. Il suo vestito, leggerissimo come la fantasia, continua a svolazzare e nella sua mente continuano ad affollarsi i personaggi che ama: Bianconiglio, il Cappellaio Matto e persino lei, la nemica di sempre, la Regina di cuori.

Altri protagonisti rappresentati nel ciclo, in parte ospitato nella mostra visitabile gratuitamente all'Alp&Wellness Sport Hotel Panorama, sono Peter Pan, Cenerentola, Rosa Rossa e Rosa Bianca, La Sirenetta, La bella addormentata nel bosco.
La mostra, gratuita ed aperta al pubblico, include anche una piccola selezione di altri lavori di Fontanini e si svolge nella cornice di una delle strutture più affascinanti del Trentino Alto Adige, già conosciuta dagli amanti dell'arte per le esposizioni e le installazioni ospitate periodicamente, oltre che per la presenza di lavori di artisti famosi come Marco Lodola o Bruno Lucchi.

Per ulteriori informazioni:

C'era una volta…e poi; ceraunavoltaepoi2015@gmail.com

Torna su
TrentoToday è in caricamento