Zingales al festival: "L'Euro è una moneta senza Stato"

"Una moneta senza Stato" così l'economista Luigi Zingales ha definito la moneta unica presentando il suo ultimo libro "Europa o no" al Festival dell'Economia di Trento. Parlare di costi e benefici dell'euro significa rompere un tabù...

"L'euro è una moneta senza Stato: sulla banconota da 5 dollari c'è il volto del presidente Washington ed il suo monumento, su quella da 5 euro ci sono architetture che non esistono" così l'economista Luigi Zingales, della School of Business Chicago University, mostrando la banconota al pubblico ha esemplificato l'essenza della moneta unica, ha poi fatto ricorso ad una storiella: "Dicono che qualche volta nel libro strizzo un po’ l’occhio ai no-euro. La verità è un’altra, ecco un aneddoto per spiegarlo: l’ultimo zar di Russia aveva un figlio emofiliaco, e l’unico che riusciva a farlo stare un po’ meglio era un ciarlatano, un certo Rasputin; costui odiava tutte le medicine e non voleva che al figlio delle zar venisse data l’aspirina, un farmaco, oggi lo sappiamo, con proprietà anti-coagulanti. Anche i ciarlatani come Rasputin dunque possono avere un’idea giusta. Oggi non c’è alcun dibattito sui costi e i benefici della moneta unica, e questo rafforza i ciarlatani, gli unici a occuparsi della questione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabinieri di Trento, sequestrate 50mila confezioni di cosmetici all'arnica per mezzo milione di euro

  • Paura per un grave incidente a Mattarello: pedone travolto mentre attraversa sulle strisce

  • Incidenti, si schianta con l'auto contro un muretto: morta mamma di quattro figli

  • Autovelox sulle strade trentine, ecco dove saranno a gennaio

  • San Giovanni di Fassa, guida ubriaco l'auto di un altro: patente sospesa per due anni

  • A 176 all'ora in galleria: beccato con il telelaser

Torna su
TrentoToday è in caricamento