Zingales al festival: "L'Euro è una moneta senza Stato"

"Una moneta senza Stato" così l'economista Luigi Zingales ha definito la moneta unica presentando il suo ultimo libro "Europa o no" al Festival dell'Economia di Trento. Parlare di costi e benefici dell'euro significa rompere un tabù...

"L'euro è una moneta senza Stato: sulla banconota da 5 dollari c'è il volto del presidente Washington ed il suo monumento, su quella da 5 euro ci sono architetture che non esistono" così l'economista Luigi Zingales, della School of Business Chicago University, mostrando la banconota al pubblico ha esemplificato l'essenza della moneta unica, ha poi fatto ricorso ad una storiella: "Dicono che qualche volta nel libro strizzo un po’ l’occhio ai no-euro. La verità è un’altra, ecco un aneddoto per spiegarlo: l’ultimo zar di Russia aveva un figlio emofiliaco, e l’unico che riusciva a farlo stare un po’ meglio era un ciarlatano, un certo Rasputin; costui odiava tutte le medicine e non voleva che al figlio delle zar venisse data l’aspirina, un farmaco, oggi lo sappiamo, con proprietà anti-coagulanti. Anche i ciarlatani come Rasputin dunque possono avere un’idea giusta. Oggi non c’è alcun dibattito sui costi e i benefici della moneta unica, e questo rafforza i ciarlatani, gli unici a occuparsi della questione". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

  • Fuga di Gpl sulla Valsugana: bloccata anche la ferrovia Trento-Bassano

Torna su
TrentoToday è in caricamento