A Volano partono i cantieri di Open Fiber

La rete in FTTH sarà realizzata grazie ad un investimento di oltre 180mila euro e collegherà alla banda ultra larga quasi 1500 unità immobiliari del comune

La Vallagarina si prepara a correre a 1 Gigabit al secondo grazie alla rete di Open Fiber: sono infatti partiti i lavori per realizzare nel comune di Volano una nuova infrastruttura, interamente in fibra ottica, in modalità FTTH (Fiber To The Home), che consentirà a cittadini, Enti e imprese di beneficiare di una connessione rapida, sicura e a prova di futuro. Anche in Trentino continua così il progetto di Open Fiber, che si è aggiudicata sia il primo che il secondo bando Infratel (società “in house” del Ministero per lo Sviluppo Economico) per collegare con la fibra ultraveloce più di 6700 comuni di 16 Regioni italiane e la Provincia Autonoma di Trento. La rete sarà data in concessione per 20 anni a Open Fiber, che ne curerà anche la manutenzione, e rimarrà di proprietà pubblica.

A Volano, attraverso una rete in fibra ottica di circa 10 km, saranno cablate quasi 1500 abitazioni e uffici pubblici e privati, grazie ad un investimento superiore ai 180mila euro. Il valore complessivo del bando per la copertura delle aree bianche o “a fallimento di mercato” della Provincia Autonoma di Trento è di circa 72 milioni di euro e coinvolgerà 175 comuni. 

Il Vicesindaco ed assessore ai lavori pubblici di Volano, Walter Ortombina, esprime soddisfazione per questa iniziativa: “Il progetto riveste un’importanza strategica per il territorio di Volano, in quanto risponde alle esigenze di connettività più volte rappresentate da cittadini ed imprese. Per questo motivo il Comune di Volano ha sempre mantenuto un rapporto costante di collaborazione con Trentino Network per individuare una soluzione in grado di fornire questi servizi ai cittadini, valorizzando le infrastrutture predisposte nel centro abitato. Finalmente, grazie al progetto di Open Fiber, potremo dare una risposta concreta al territorio. Nelle prossime settimane organizzeremo un incontro pubblico con la popolazione per presentare il progetto e chiarire le modalità di accesso ai servizi”.

 “Il progetto di Open Fiber è fondamentale per tutti i comuni delle valli – spiega Alberto Sperandio, Regional Manager delle aree bianche del Trentino – che potranno usufruire di una rete che assicura il massimo delle performance. Abilitare una velocità di connessione di 1 Gigabit al secondo significa stimolare la produttività delle imprese, favorire l’accesso ai servizi avanzati della pubblica amministrazione, garantire servizi innovativi come lo streaming online, l’e-commerce, il telelavoro. Qualche mese di pazienza e la banda ultra larga sarà una realtà anche qui a Volano”.

“I lavori dureranno tra i 6 e gli otto mesi – sottolinea il Field Manager di Open Fiber, Gabriele De Rossi – il nostro obiettivo è ridurre al minimo i disagi per i cittadini, utilizzando ove possibile le infrastrutture esistenti. A questo proposito per noi è fondamentale la sinergia con Trentino Network e SET Distribuzione, che ci consente di rendere meno invasivi i nostri interventi”. Sul territorio di Volano sarà realizzata anche una delle centrali da cui si dirameranno i cavi in fibra che, attraverso l’infrastruttura sotterranea, raggiungeranno diversi comuni della valle. “Per questo motivo – aggiunge De Rossi – Volano è un comune cruciale per il nostro piano di cablaggio della Provincia Autonoma di Trento, e ringrazio l’Amministrazione comunale per la collaborazione e per l’interesse dimostrato verso questo progetto, in particolar modo il vicesindaco Walter Ortombina per il supporto fornito sin dal primo contatto”.

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Salvini a Pinzolo: "Reintrodurre la leva militare"

  • Cronaca

    Dispersi nella neve al Refavaie, salvati dal Soccorso Alpino

  • Green

    Api in pericolo a Trento sud. La replica della Fondazione Mach: "Tutto regolare"

  • Cronaca

    La tuta alare non si apre, muore base jumper

I più letti della settimana

  • Orrore in un capannone di Scurelle: smontavano le bare prima di cremare i corpi

  • Ecco il rarissimo gatto dorato, fotografato dai ricercatori del Muse in Tanzania

  • Bare e cadaveri abbandonati in un capannone in Valsugana: indagano i carabinieri

  • A22: maxitamponamento, 17 feriti ed autostrada bloccata

  • La tuta alare non si apre, muore base jumper

  • Due incidenti nella notte a Riva del Garda: feriti tre ventenni

Torna su
TrentoToday è in caricamento