Brennero "saturo" di veicoli: pedaggio comune per i Paesi dell'Euregio?

Incentivare il passaggio da gomma a rotaia fino ad arrivare al 50% nel 2027, questo l'obiettivo di un documento comune firmato da Trentino, Alto Adige e Tirolo

Una cosa è certa, omeglio è stata ribadita da tutti i territori presenti nella giunta dell'Euregio: il Brennero è giunto alla capacità massima per quanto riguarda il passaggio di veicoli. Oltre 11 milioni di auto e quasi 2,1 milioni di mezzi pesanti nel 2016, dati in ulteriore aumento per l'anno appena concluso con un volume di passaggi di tir al valico del Brennero destinato a superare i 2,2 milioni. Questi i numeri sui quali oggi si sono confrontati i governatori di Trentino, Alto Adige e Tirolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Industriali contrari: "Ad oggi la rotaia non è competitiva" clicca qui

In un documento congiunto i tre governatori promuovono l'idea di un pedaggio comune, per chi non utilizza le infrastrutture esistenti (e future, si pensi al Tunnel del Brennero) di trasferimento della merce da gomma a rotaia. "Oggi il 71% delle merci viaggia su strada e solamente il 29% su rotaia"  ha ricordato il presidente Kompatscher. L'obiettivo è arrivare a 50% nel 2027. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento