Truffa delle case vacanza dalla Sardegna a Campiglio: sgominata banda al femminile

Quattro donne denunciate per truffa, solito copione ma questa volta ad ampio raggio: da Cortina alle coste toscane

Case vacanza inesistenti dalla Sardegna a Madonna di Campilio, passando per prestigiose località turistiche come Livigno, l'Isola d'Elba, e perfino Cortina. Una banda di truffatori è stata sgominata dai carabinieri di Pavia dopo quasi tre anni di indagini. Una banda tutta al femminile: quattro donne, una residente in provincia  di Cagliari, le alltre nel milanese, 24 anni la più giovane e 76 la più anziana. 

Le truffatrici proponevano alle vittime case in affitto anche in Trentino, utilizzando siti internet ma anche mail e numeri di telefono otteuti illeitamente. Le accuse sono di truffa, sostituzione di persona ed associazione a delinquere. Come spesso accade in questi casi il versamento della caparra era obbligatorio, l'acconto veniva quindi incassato subito e le vittime si accorgevano della truffa troppo tardi, a volte anche giunti sul lugo delle vacanze e constatando di persona l'inesistenza dell'appartamento. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vede i carabinieri, che hanno fermato un altro, accosta e spegne l'auto: denunciato

  • Vino DOC falso da Pavia a Lavis: blitz della Guardia di Finanza

  • Vino DOC contraffatto: perquisizioni in Trentino, blitz all'alba e sette arresti

  • Tragedia a Villazzano: anziana muore intrappolata nell'incendio

  • Padre e figlio bracconieri denunciati in Val di Sole: stavano decapitando un cervo

  • Investita in via al Desert: è gravissima

Torna su
TrentoToday è in caricamento