I pensionati chiedono certezze su sanità e riforma del welfare

È immediata la risposta di Cgil, Cisl e Uil del Trentino all'annuncio che l'avvio dello 'Spazio Argento' slitterà almeno all'anno prossimo. Le tre sigle sindacali hanno chiesto un incontro urgente con l'assessore Marilena Segnana, titolare delle deleghe

I pensionati riuniti in Sala Rosa dalle tre sigle sindacali

È immediata la risposta di Cgil, Cisl e Uil del Trentino all'annuncio che l'avvio dello 'Spazio Argento' slitterà almeno all'anno prossimo. Le tre sigle sindacali hanno chiesto un incontro urgente con l'assessore Marilena Segnana, titolare delle deleghe, ed è molta la preoccupazione per una riforma attesa che rischia di vedere allontanarsi troppo l'attuazione di uno dei suoi punti centrali, appunto lo Spazio Argento. "Siamo molto preoccupati per la decisione di rimandare scelte fondamentali per il welfare anziani – dicono Andrea Grosselli, Lorenzo Pomini e Walter Alotti insieme ai segretari delle federazioni dei pensionati, Ruggero Purin (Spi), Tamara Lambiase (Fnp) e Claudio Luchini (Uil) -, così come ci allarma l'assoluta incertezza sulle risorse disponibili da destinare a questo ambito".

I tre segretari ribadiscono con forza che il Trentino ha bisogno di avviare in tempi rapidi politiche innovative di welfare per gli anziani, in grado di rispondere all'invecchiamento della popolazione e ai bisogni delle famiglie con famigliari anziani e non autosufficienti. E proprio in tema di risorse le tre sigle sindacali tornano nuovamente sulla loro proposta. "Abbiamo suggerito alla giunta di mantenere il sistema dell'assegno unico provinciale e di armonizzarlo al nuovo reddito di cittadinanza statale per evitare duplicazioni di sussidi. In questo modo si libererebbero 25 milioni di euro sul bilancio provinciale. Queste risorse debbono tornare alle famiglie sotto forma di servizi sociali, di assistenza alle persone in difficoltà e di politiche del lavoro", aggiungono i sindacati. Infine Cgil Cisl Uil del Trentino chiedono un reale coinvolgimento nei tavoli di confronto anche delle organizzazioni sindacali dei pensionati e dei lavoratori del settore di cura.
 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento