Sciopero al Sait contro la disdetta del contratto integrativo

Sait ancora al centro della protesta: dopo i licenziamenti la disddetta dell'integrativo. Sciopero unitario mercoledì 24 ottobre

La sede Sait a Spini di Gardolo

Alta tensione al Sait dopo la disdetta unilaterale da parte della direzione del contratto integrativo per i lavoratori, che hanno proclamato uno sciopero per mercoledì 24 ottobre. Il consorzio cooperativo della distribuzione alimentare torna dunque nel mirino dei sindacati, dopo la drastica decisione dei licenziamenti. A proclamare la manifestazione sono le tre sigle Filcams, Fisascat e Uiltucs. E' previsto un presidio di protesta al mattino sotto la sede del consorzio a Trento Nord. 

Solidarietà ai lavoratori  in sciopero da  Liberi e Uguali, che in una nota scrive: “La Coop non sei più tu” è lo slogan che lancia un’intera giornata di sciopero per i lavoratori di Sait, domani, 24 ottobre 2018. Già nell’ottobre 2017 avevamo fornito il nostro appoggio alla vertenza, allora in atto, per evitare che centosedici lavoratori Sait, in cassa integrazione dall’aprile, subissero il licenziamento, sostituiti con altri, appartenenti ad una cooperativa che offriva lavoro a costo inferiore. La grande cooperativa, per salvaguardare rendita e risparmio, scaricava le difficoltà economiche dovute ad una gestione improvvida, sulla pelle dei lavoratori.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Le sardine riempiono piazza Duomo a Trento

  • "Dammi i soldi o ti ammazzo": preso il rapinatore e la moglie complice

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

  • Lupi sulla Marzola, i forestali confermano

Torna su
TrentoToday è in caricamento