Sciopero per tutta la giornata e presidio Fiom alla Meccanica del Sarca

I dipendenti della Meccanica del Sarca hanno deciso di scioperare per chiedere un nuovo contratto integrativo e incroceranno le braccia per l'intera giornata

La sede della Meccanica del Sarca

I dipendenti della Meccanica del Sarca hanno deciso di scioperare per chiedere un nuovo contratto integrativo. Martedì 27 novembre incroceranno le braccia per l'intera giornata ed è in programma anche un presidio davanti alla sede dello stabilimento che produce componenti per armi del gruppo Beretta, a Pietramurata, tra le 8 e le 10. La protesta è indetta da Fiom e Fim del Trentino dopo la decisione dell'assemblea dei lavoratori di venerdì scorso. In questo modo si punta a sbloccare la fase di stallo della trattativa imposto dall'azienda, dopo mesi di confronto. Per le organizzazioni dei lavoratori - spiega una nota - "ci sono ormai le condizioni per arrivare ad un accordo che migliori le condizioni salariali dei 120 dipendenti trentini, che negli anni di crisi si sono fatti carico sia della cassa integrazione sia del contratto di solidarietà. Adesso le maggiori difficoltà sono alle spalle ed è dunque il momento, per i sindacati, di trovare un nuovo accordo sulla contrattazione integrativa, visto che l'ultimo contratto è scaduto alla fine del 2014". Una consapevolezza rafforzata dal fatto che già in alcuni stabilimenti del gruppo sono stati firmati accordi integrativi e che, nel caso del Trentino, trova ulteriore conferma nella fase di ripresa economica che sta riguardando diverse realtà del settore meccanico che in questi mesi hanno siglato con le organizzazioni sindacali contratti integrativi che incrementano i salari anche nella parte fissa. "Non c'è ragione per non arrivare ad un'intesa anche per i dipendenti della Meccanica del Sarca", conclude la Fiom.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

  • Fuga di Gpl sulla Valsugana: bloccata anche la ferrovia Trento-Bassano

Torna su
TrentoToday è in caricamento