Sait: firmato l'accordo per la mobilità volontaria

Mobilità volontaria per i lavoratori in cassa integrazione del Sait: il ricollocamento per attività specifiche in alcuni punti vendita del consorzio avverrà solo con la frequenza di un corso aziendale

Accordo raggiunto tra vertici aziendali e parti sociali per il Sait, il consorzio della distribuzione alimentare cooperativa, che sta procedendo con il piano di ridimensionamento del personale. Secondo quanto riportato in una nota della Federazione delle Coopeative all'indomani della firma l'accordo, sottoscritto dai sindacati Cisl-Fisascat e Uil-Uiltucs prevede principalmente: la definizione di una somma incentivante determinata con un criterio predefinito; la prelazione a favore dei lavoratori in Cigs, che abbiano effettuato specifico percorso formativo aziendale di riqualificazione, per lo svolgimento di particolari attività presso i punti vendita del Consorzio; il versamento della quota aziendale della mutua Cooperazione Salute a favore dei lavoratori in sospensione lavorativa, con intervento della vigente Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria, Cassa che ha raccolto il recente avallo da parte del Ministero del Lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso si avvicina all'escursionista e lo segue: l'incontro è avvenuto in Val di Non

  • Dramma in montagna: ricercatore dell'Università di Trento cade in un crepaccio

  • Si tuffa dal pedalò e non riemerge: muore annegato a soli 21 anni

  • Allerta meteo in Trentino: in arrivo nubifragi e grandine

  • Cade con la carrozzina nel torrente e muore

  • Cade nel fiume: ripescato vivo un chilometro e mezzo a valle, è grave

Torna su
TrentoToday è in caricamento