Poste rassicura: nessuna chiusura. UIL in allarme: "Servono assunzioni"

Serve un ricambio generazionale, pena la qualità del servizio. Ecco la nota sindacale dopo le rassicurazioni di Poste Italiane

Nessun ufficio postale chiuderà: questa la rassicurazione che arriva da Poste italiane al Trentino, espressa in un incontro tenutosi a Roma con il presidente della Provincia Maurizio Fugatti. La UIL, però, mette le mani avanti: servono assunzioni, pena il peggioramento del servizio.

"Nonostante le rassicurazioni da parte dell’Azienda, non tutto funziona a dovere - si legge in una nota di UIL Poste -. A tal riguardo avremo a breve un tavolo tecnico che ci darà l’opportunità di evidenziare le criticità che, a un mese dalla partenza della nuova riorganizzazione del recapito, abbiamo constatato di persona e anche grazie ad attente segnalazioni dei colleghi addetti a tale servizio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Serve un ricambio generazionale, unturn over; questa la richiesta del sindacato in una nota nellla quale si ribadisce "l’assoluta necessità che, a breve termine, Poste italiane preveda un piano di assunzione di personale a tempo indeterminato: le professioni non si improvvisano, è importante che il passaggio del testimone tra vecchi e giovani sia progressivo, non solo per sopperire alle carenze sopra evidenziate, ma soprattutto per assicurare l’efficienza del servizio in un futuro che non è così lontano". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

Torna su
TrentoToday è in caricamento