Novartis Rovereto, da quattro anni ‘top employer’

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Rovereto, 31 gennaio 2019 – Per la quarta volta consecutiva, lo stabilimento Novartis di Rovereto raggiunge il traguardo della certificazione Top Employer. Anche per l’anno in corso, dunque, è considerata una delle migliori aziende a livello internazionale per quanto condizioni offerte ai dipendenti. Ricordiamo che il riconoscimento viene accordato dal Top Employers Institute al termine di un’accurata analisi che prende in esame diversi parametri relativi alle politiche di gestione delle risorse umane: tra questi, gli investimenti in formazione e sviluppo, la pianificazione delle carriere, le strategie mirate alla valorizzazione dei talenti, le politiche retributive e le caratteristiche della cultura aziendale. Solo le aziende che soddisfano i più elevati standard qualitativi su ognuno di questi aspetti ottengono la certificazione di Top Employers. “Accogliamo con grande soddisfazione questo risultato, soprattutto perché conferma e sottolinea la continuità dell’impegno dell’azienda nei confronti delle sue persone” è il commento di Gian Nicola Berti, Amministratore Delegato dello stabilimento Novartis di Rovereto. “Aver ottenuto la certificazione Top Employer per il quarto anno consecutivo dimostra che questo impegno si inserisce in un solido quadro di valori, che è patrimonio stabile di questo stabilimento, ed è inoltre comune a tutto il Gruppo Novartis, che assegna un ruolo centrale alla tutela, al benessere e alla valorizzazione dei dipendenti, non meno che alle competenze professionali e tecnologiche.” Come è avvenuto negli ultimi anni, la certificazione del Top Employers Institute è stata assegnata a diverse realtà del Gruppo Novartis nel nostro Paese. Oltre allo stabilimento di Rovereto, infatti, hanno ottenuto il riconoscimento le società Novartis Farma, alla quale fa capo anche il centro produttivo di Torre Annunziata, e Sandoz, la Divisione impegnata nella commercializzazione di farmaci generici e biosimilari. L’impegno di Novartis Rovereto nei confronti dei propri dipendenti si esprime i molti ambiti. Tra gli altri è da citare la salvaguardia della salute e sicurezza dei lavoratori: l’indice di infortuni è per esempio tra i più bassi dell’intero settore, a livello nazionale. Altro terreno che vede attiva l’azienda da molti anni, per di più in un ruolo da apripista, è quello relativo a un equilibrato rapporto famiglia-lavoro. Lo stabilimento di Rovereto è stata una delle prime realtà nazionali ad affrontare questo aspetto, che ha via via assunto un peso centrale nelle politiche di gestione delle risorse umane, ottenendo dal 2016 in poi la certificazione Family Audit, che prevede la messa in atto di soluzioni finalizzate a sviluppare un’efficace cultura della conciliazione tra attività lavorativa e vita personale. Con circa 150 dipendenti, lo stabilimento Novartis di Rovereto è centro di eccellenza per la produzione biotecnologica di principi attivi per uso farmaceutico. La qualità e la sicurezza della sua produzione sono confermati, con periodicità regolare, dalle ispezioni condotte dalle autorità regolatorie nazionali e internazionali.

Torna su
TrentoToday è in caricamento