Stato di agitazione al Meratone Uno: "Merce venduta e non consegnata"

Magazzini vuoti, fornitori sul piede di guerra ed una trentina di dipendenti in stato di agitazione anche in Trentino

Stato di agitazione al Mercatone Uno di San Michele all'Adige, proclamato dai sindacati che denunciano in una nota "una situazione grave, con merce già venduta e pagata che non è stata consegnata ai clienti, con conseguente restituzione dell'incasso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A otto mesi dal subentro di Shernon nella proprietà la situazione dei punti vendita è grande in affanno e c'è molta preoccupazione tra i dipendenti, ma anche i fornitori sono sul piede di guerra. Di fatto Shernon si rifiuta di incontrare le organizzazioni sindacali – prosegue Stella -. Auspichiamo nella mediazione del Ministero per convincere l'azienda a sedere al tavolo. A questo punto è necessario fare chiarezza subito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento