Accordo tra Melinda e La Trentina: in un'annata disastrosa i due consorzi unicono le forze

In un'annata terribile i due consorzi tenteranno di trovare strategie di vendita comuni e non più concorrenti

E' frutto, tra le altre cose, di un'annata disastrosa per il comparto il "matrimonio" tra i due maggiori consorzi di raccolta e commercializzazione delle mele trentine, Melinda e La Trentina. Il primo in Val di Non, il secondo in Valle dell'Adige, Piana Rotaliana e Valle dei Laghi; la firma dell'accordo commerciale è stata annunciata oggi ed è fissata per lunedì 28 agosto presso la sala della Federazione Trentina della Cooperazione. La notizia è stata anticipata dal sito specializzato Myfruit.it. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La prima stretta di mano tra i due colossi era avvenuta tre anni fa con le ciliegie della Val di Non, poi confluite in Melinda ad aprile scorso. L'annata terribile (si prevede un calo della produzione del 50%) ha forse accelerato la sinergia, a questo punto più che necessaria per affrontare un mercato che vede crescere ogni anno la concorrenza rappresentata dai Paesi dell'Europa dell'Est. Le mele continueranno molto probabilmente ad essere marchiate con due loghi diversi, ma saranno commercializzate atttraverso strategie comuni, e non più concorrenti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Contagi stabili, positivo un tampone su 10. Mascherine: "Ci vuole tempo perchè le sigilliamo"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

Torna su
TrentoToday è in caricamento