INPS: in Trentino 152 lavoratori in nero negli ultimi sei mesi

Le sanzioni comminate dall'Istituto al termine di un semestre di controlli mirati sfiorano il milione e mezzo di euro, ispettori nelle campagne per la vendemmia e la raccolta delle mele

Sono 152 i casi di lavoratori in nero scoperti dall'Inps nell'ultimo semestre in Trentino. Lo comunica l'Istituto con una nota diffusa oggi, martedì 4 settembre, al termine di una lunga stagione di controlli mirati. Chiaramente il rischio "di stagione" è quello di assunzioni in nero nelle campagne per la raccolta di mele ed uva, dopo il grave caso di caporalato scoperto durante la vendemmia dell'anno scorso.

"In questi giorni l’attività degli Ispettori dell’Istituto si è concentrata contro il lavoro irregolare delle “finte” cooperative che propongono manodopera per l’attività di raccolta in agricoltura - si legge nella nota - I primi risultati conseguiti con questa azione capillare hanno consentito agli ispettori Inps di intercettare 15 lavoratori provenienti dall’area del Nord Africa totalmente non dichiarati".

Potrebbe interessarti

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

  • Notte Bianca: rimozione forzata in tutto il centro, 28 locali allargano lo spazio esterno

I più letti della settimana

  • Strani rumori in giardino: esce a controllare e si ritrova davanti l'orso

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

  • A22: camion contro auto della Polizia, agente estratto dalle lamiere

  • Cade nel torrente, lo ritrovano alla diga

  • Incidente frontale, auto invade la corsia opposta e si schianta contro un camion: trentino ferito

Torna su
TrentoToday è in caricamento