Divorzio Latte Trento e Sait: "Prodotti tagliati senza comunicarcelo"

"Una normale trattativa commerciale, divenuta pubblica polemica". Sait smorza i toni ed anche Latte Trento ridimensiona la polemica, precisando però che la decisione è stata unilaterrale

"Una normale trattativa commerciale, divenuta pubblica polemica". All'indomani della notizia della somparsa dei prodotti a marchio latte Trento dagli scaffali del Sait l'Ufficio Stampa della Cooperazione risponde con due comunicati stampa ufficiali che non sembrano essere perfettamente concordi.

Il "divorzio" è sostanzialmente ridimensionato ma se da un lato il direttore di Sait Renato Dalpalù comunica che "in molti casi si è trattato di sostituire alcune referenze compensandole con analoghi prodotti di altri caseifici sociali del territorio, oppure con gli stessi prodotti di Latte Trento ma con marchio Coop" dall'altra Latte Trento precisa  che " il numero delle nostre referenze sono state drasticamente e unilateralmente diminuite nelle ultime settimane senza nessuna comunicazione". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per "referenze" si intendono i singooli prodotti del consorzio pesenti sugli scaffali. Quindi un taglio c'è stato,  riguardo al nnumero di prodotti, ma potrebbe non tramutarsi in una diminuzione del  fatturato totale. Resta il fatto che la scelta è stata fatta "senza nessuna comunicazione" destando  preoccupazione tr i soci del Consorzio produttori di latte. "Attendiamo fiduciosi di incontrare i vertici del Sait, ribadendo con forza che mai Latte Trento intenderà far mancare al sistema cooperativo i prodotti frutto del sacrificio del lavoro degli allevatori soci" conclude la  nota. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento