Evasione con società in Lussemburgo: la Finanza chiede 17 mln ad un imprenditore trentino

Imprenditore trentino maxievasore, secondo le Fiamme Gialle, grazie ad un "castello" di società in Lussemburgo

Maxievasore trentino beccato dalla Finanza: ammonta a 17 milioni di euro il valore dei beni sequestrati ad un imprenditore 67enne indagato per infedele diciarazione dei redditi. Tra i beni oggetto del sequestro preventivo, disposto dal gip, anche un immobile di lusso nel centro storico di Trento. 

L'indagine della Guardia di Finanza ha ricostruito una presunta rete di società, alcune estere, attraverso le quali l'uomo avrebbe movimentato denaro occultandolo al fisco italiano. In particolare le Fiamme Gialle contestano 40 milioni di euro di reddito da parte di società con sede in Lussemburgo. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento