Coronavirus: sciopero all'Orvea. I sindacati: "I lavoratori si stanno sacrificando per voi, rispettateli"

Situazione delicata nei supermercati trentini in questi giorni di emergenza, all'Orvea di San Pio X il personale denuncia la mancanza di mascherine

Dipendenti del supermercato Orvea di Trento in sciopero nella mattinata di lunedì 16 marzo. I lavoratori del punto vendita di San Pio X denunciano casi di mancata fornitura di dispositivi di protezione come mascherine, guanti ed occhiali protettivi e chiedono una riduzione dell'orario di apertura.

La situazione nei supermercati è particolarmente delicata. Tutto il personale, in particolare chi sta alla cassa, è letteralmente parte della "prima linea" nella battaglia al coronavirus. In molti punti vendita le casse sono state dotate di pannelli di plexiglass protettivi, ed il personale controlla sula distribuzione dei clienti all'interno delle corsie. 

I sindacati lanciano un appello ai clienti: "andate da soli a fare la spesa e scegliete il negozio più vicino a casa, fermatevi per poco tempo e mantenete sempre le distanze. Le lavoratrici ed i lavoratori devono essere protetti e rispettati perchè si stanno sacrificando per tutti". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Una decisione che parte dall'alto, da parte di chi ha deciso che noi dobbiamo restare aperti senza garanzie, i lavoratori di San Pio X lanciano un segnale a tutti i lavoratori del settore. Confidiamo che i clienti che sono qui ad attedere pazientemente in fila sapranno capire la nostra lotta, non vogliamo ringraziamenti da nessuno vogliamo essere protetti" ha detto uno dei lavoratori in sciopero fuori dal supermercato Orvea. Un presidio che si è tenuto mantenendo le distanze, davanti ai clienti in fila, che hanno reagito con un applauso spontaneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Coronavirus: altri 7 decessi in Trentino. Nuova restrizione: "Non si esce dal Comune in cui ci si trova"

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

Torna su
TrentoToday è in caricamento