Latte in crisi: 2 milioni a Trentingrana e Latte Trento. Dorfmann: "Sfruttare il marchio di qualità"

Il settore latte avrà priorità massima all'interno dei finanziamenti all'agricoltura. E' quanto ha dichiarato l'assessore Dallapiccola, nel frattempo l'europarlamentare Dorfmann ricorda che il marchio Prodotto di montagna è ancora poco sfruttato

“Il mercato del latte è complicato in tutta l'Unione Europea, con prezzi molto bassi; in questo momento, stiamo intervenendo con il ritiro del prodotto del mercato, ma servono misure strutturali, soprattutto per la montagna. Ci sono già buoni strumenti, soprattutto nel secondo pilastro della PAC, ma bisogna introdurne altri per supportare i territori montani”. E' quanto ha dichiarato l'europarlamentare Hebert Dorfmann in un incontro che si è tenuto ieri sera con gli allevatori del bellunese, ma il discorso vale anche per il Trentino.

Il riferimento è al marchio Prodotto di montagna, ancora poco utilizzato, spiega Dorfmann: "Puntare sulle denominazioni è la soluzione giusta per la montagna, bisogna dare un'identità al prodotto. Nel nuovo regolamento per la promozione dei prodotti alimentari abbiamo dato a chi produce prodotti con denominazione d'origine priorità nell'accesso al fondo, fondo che abbiamo aumentato da 50 a 200 milioni di euro. Entro poche settimane – ha concluso Dorfmann – il commissario europeo dovrebbe presentare un nuovo piano latte. Escludo che si possa tornare al sistema delle quote, mentre un ruolo interessante potrebbero giocare le grandi e piccole cooperative nella gestione della quantità: gruppi di allevatori, con sostegno pubblico e privato, che regolano la produzione al loro interno, sull'esempio di quanto già sta accadendo a livello europeo nel settore ortofrutta”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda il Trentino nei giorni scorsi l'assessore Dallapiccola ha annunciato che la Giunta, all'interno degli aiuti al settore agricolo, darà priorità massima ai progetti di commercializzazione del settore del latte. "Posticiperemo ad un secondo momento il finanziamento dei restanti settori" ha dichiarato. In concreto è stato stanziato un contributo di 2,1 milioni di euro per i consorzi Trentingrana e Latte Trento, con la previsione di un finanziamento del 50% della spesa ammessa ai singoli soci. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

  • Coronavirus, i decessi aumentano: 15 in un giorno, tra cui una donna di 49 anni

Torna su
TrentoToday è in caricamento