Osservatorio sui trasporti: "Lo Stato ritiri la concessione Autobrennero"

Scaduta nel 2014 e rinnovata nel 2017 la concessione avrebbe causato secondo l'Onlit una perdita per lo Stato pari a 100 milioni

Annullare la concessione Autobrennero: lo chiede Dario Balotta, presidente dell'Osservatorio nazionale sulle liberalizzazioni e intfrastrutture del trasporto (Onlit) che stima una "perdita" dello Stato pari a 100 milioni dalla scadenza della concessione, 14 aprile 2014, fino alla proroga firmata dall'ex  ministro Delrio nell'aprile 2017. La stessa richiesta, inoltrata al neoministro Toninelli, riguarda la regione Friuli Venezia Giulia e le autostrade di competenza. 

"Da quattro anni Autobrennero Spa opera senza concessione definitiva e il protocollo d'intesa Stato Concessionario è scaduto dal 2016. Della nuova società in house tutta pubblica, che doveva costituire il presupposto per il prolungamento della concessione - spiega Balotta - restano da acquisire il 14,1% di quote private e mancano anche lo statuto e la convenzione con il Ministero delle Infrastrutture".

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento