Bonus bebè e case gratis alle coppie che vivono in montagna

"Piano quinquennale" lanciato da Fugatti agli Stati Generali della Montagna: "Vogliamo che il Tretino di domani sia quello di ieri"

Risorse messe in campo per aiutare chi vive nelle valli, in particolare quelle giovani coppie che "ad oggi non decidono di allargare la famiglia per ragioni economiche". Queste le parole utilizzate dal presidente della Provincia Maurizio Fugatti agli Stati generali della Montagna. Una serie di promesse volte a rilanciare il ruolo delle valli trentine, in particolare a livello demografico.

La Provincia manda i disoccupati in vendemmia

"Bonus bebè" per chi vive in montagna, dunque, ma anche " alloggi Itea gratuiti per le giovani coppie che decideranno di trasferirsi nelle valli". Queste le due, grosse, novità lanciate da Fugatti al convegno, che saranno presenti, ha detto il governatore, nella prossima legge di bilancio. Non è dato sapere la cifra, ma sarà menile e progressiva rispetto al numero di figli.

Per quanto riguarda le case popolari: "assegneremo a costo a zero gli appartamenti a chi si trasferirà nei paese di montagna" ha annunciato Fugatti. Ma anche in questo caso non si sa di quanti alloggi si stia parlando. L'ipotesi era già stata discussa per quattro alloggi di proprietà Itea a Folgaria. L'ente pubblico potrebbe comprarne altri: "Daremo delle indicazioni ad Itea affinché recuperi degli immobili nelle realtà di montagna dove il centro storico è in difficoltà per poi metterli a disposizione delle giovani coppie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altro punto toccato dal Governatore, quello delle infrastrutture. In questo caso la cifra c'è: "Il nostro obiettivo è di realizzare una grande opera dal costo di 60 - 80 milioni di euro all’anno per il prossimo quinquennio”.  Infine lo slogan: "Noi vogliamo che il Trentino di domani sia quello di ieri”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Casting a Trento per un nuovo film: si cercano comparse esili o dal 'volto antico'

  • Casa gratis in cambio di volontariato: ecco il bando

  • Ha un infarto all'inizio del cammino: morto escursionista

  • Tensione tra dipendenti e la coordinatrice nella casa di riposo: 'la rossa della val di Rabbi' già travolta da uno scandalo in Trentino

  • Dramma in montagna: manda le foto al marito poi scompare, trovata senza vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento