LaVis: arriva il "tutor" provinciale, 2,5 milioni per Casa Girelli

L'avvocato Andrea Girardi è stato nominato "tutor" della cantina cooperativa, in attesa dell'istanza di fallimento e dell'intervento di Cooperfidi. Nel frattempo per Casa Girelli, società dello stesso gruppo, arriveranno 2,5 milioni per tre anni garantiti da un'ipoteca sull'immobile

"Fiducia al gruppo La Vis  e monitoraggio costante della situazione che la cantina sta vivendo: queste le parole d'ordine della Provincia, che conferma il suo impegno a fianco di una realtà fra le più importanti del mondo vitivinicolo e del sistema cooperativo trentino". Così una nota dell'ufficio stampa provinciale introduce una delibera ed un conchiuso approvati oggi dalla Giunta per concedere aiuti a Casa Girelli, società di imbottigliamento facente capo alla La Vis, ed un "tutor" (non un commissario, precisa la nota) per la cantina sociale già oggetto di leaseback immobiliare con l'ente pubblico.

L'avvocato Andrea Girardi è stato nominato come tutor della cantina cooperativa che "sta definendo con il sistema del credito (sempre cooperativo ndr), un piano attestato di risanamento secondo le disposizioni della Legge fallimentare, necessario anche per la definizione dell’eventuale intervento previsto da Cooperfidi per l’accesso al fondo di rotazione immobiliare". Ad oggi però non esiste formalmente un'istanza di fallimento, così come riferito dall'assessore Olivi al consigliere Luca Zeni durante l'ultimo question time in consiglio.

Nella stessa occasione l'assessore ha anche escluso la possibilità di operare su Casa Girelli un leaseback degli immobili come quello a suo tempo messo in atto per il salvataggio della La Vis. Per Casa Girelli la Giunta ha deciso invece di autorizzare il rilascio, da parte d ella controllata Trentino Sviluppo, di una apposita garanzia fideiussoria, controgarantita da un'ipoteca sugli immobili aziendali, di 2,5 milioni di euro per 3 anni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento