Cantina Lavis: via libera della Giunta all'acquisto della sede tramite Cooperfidi

Un intervento da 8 milioni di euro su due anni realizzao tramite Cooperfidi, che ne metterà altri due, per contribuire al risanamento dei conti della cantina sociale, che verserà un affitto all'acquirente. "Dovrà dimostrare più impegno rispetto a quello profuso finora" ha commentato il presidente Rossi

Via libera della Giunta provinciale agli aiuti richiesti dalla Cantina sociale di Lavis. Un intervento da 10 milioni di euro, di cui 8 dalla Provincia su due anni, realizzato tramite Cooperfidi. Il piano prevede l'acquisto di parte della sede di Lavis che continuerà ad essere occupato dalla cantina, la quale però verserà un canone di affitto a Cooperfidi. L'intervento rientra all'interno di un fondo che per il 2014 ammonta a 14,2 milioni, di cui 11,7 a carico della provincia. "Naturalmente la Cantina di Lavis dovrà mettere in campo un impegno supplementare rispetto a quello finora profuso nella direzione del risanamento" ha commentato il presidente Ugo Rossi "al termine di questa istruttoria vi sarà da parte della Giunta un ulteriore momento di valutazione". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

Torna su
TrentoToday è in caricamento