Vacanze da incubo? Torna 'Pronto Turista': l'anno scorso 328 casi trattati

Torna il servizio telefonico del Centro Tutela Consumatori di Trento per i problemi legati alle vacanze: dall'acquisto online al rimborso dei biglietti

Vacanze in vista, meglio partire (e tornare) sicuri: anche quest'anno torna Pronto Turista, il servizio del Centro Tutela Consumatori di Trento. L'anno scorso sono stati ben 328 i trentini che si sono rivolti al servizio con richieste di assistenza e informazione:  136 i problemi registrati nel settore dei trasporti, aerei, treni, autobus e traghetti 192 i casi relativi a prodotti turistici in generale, vacanze, alberghi, autonoleggio e prenotazione. In cima alla lista degli incubi i problemi legati all'acquisto di vacanze via web: prezzi fantasma, modalità di reclamo mal segnalate, impossibilità di annullare la prenotazione. Per quanto riguarda i voli il maggior problema registrato è la difficoltà nell'inviare alle compagnnie aeree le richieste di rimborso in caso di annullamento del volo, sia per biglietti acquistati online sia tramite agenzia. Tra le principali novità del settore turistico l'aumento del mercato degli alloggi "peer-to-peer" come Air BnB, per il quale sono allo studio delle normative ad hoc a livello comunitario e locale. Tutte le informazioni sul sito del CRTCU, clicca qui...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Contagi stabili, positivo un tampone su 10. Mascherine: "Ci vuole tempo perchè le sigilliamo"

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus: si va verso la proroga fino al 30 aprile, arriva il "mini-reddito" anche per chi è in nero

Torna su
TrentoToday è in caricamento