Richiedenti asilo: in Trentino l'1% degli arrivi

Alla provincia di Trento il Governo ha destinato una quota pari all'1% delle persone che arriveranno sul suolo italiano. E' quanto ha dichiarato l'assessore Zeni che si prepara per altre due serate di confronto con il territorio sulla questione profughi: a Vezzano e Borgo valsugana

La quota dei richiedenti protezione internazionale che il Governo ha assegnato al Trentino è pari a circa l'1% degli arrivi sul suolo italiano. Lo rende noto l'assessore alla sanità ed alle politiche sociali Luca Zeni. In questo momento i profughi presenti in Trentino sono circa 460, di cui più della metà a Rovereto.

L'assessore ha recentemente dichiarato che le persone che arriveranno in Trentino prossimamente sarano distribuite secondo criteri di equità. A questo proposito l'assessorato ha organizzato una serie di incontri sul territorio per un confronto con la popolazione sulla questione. Dopo gli incontri con la Comunità dell'Alto Garda Zeni sarà a Vezzano, presso la sede della Comunità, giovedì 20 agosto alle 18.00 ed a Borgo Valsugana la sera successiva. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • Krampus "violenti" a Vipiteno? E' una tradizione, ma la fake news fa il giro del web

  • Luci soffuse e radio spenta, così un barbiere di Rovereto taglia i capelli ai bimbi autistici

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

  • Lo spettacolo della 'galaverna' in Valsugana

Torna su
TrentoToday è in caricamento