Zappini arrestata, Rossi: "Vicinanza umana". La dirigente sospesa dal servizio

La dirigente, già dimissionaria, sarà ora sospesa dal servizio per tutta la durata degli arresti domiciliari ai quali è stata sottoposta

“Il primo pensiero è di dispiacere e di vicinanza sotto il profilo umano”. Lo afferma, anche a nome della Giunta provinciale, il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi in riferimento all'arresto, ai domiciliari, di Luisa Zappini, ex dirigente della Centrale Unica, indagata per truffa e peculato.

"La privazione della libertà personale è una esperienza estremamente pesante per qualsiasi persona - prosegue il commento di Rossi, contenuto in una nota ufficiale - Non entriamo ovviamente nel merito, nel pieno rispetto dell’operato degli inquirenti - aggiunge Rossi - ai quali abbiamo rinnovato, come detto fin da subito, la piena disponibilità dell’Amministrazione nel fornire tutte le informazioni necessarie a completare le indagini in corso".

La dirigente aveva già chiesto, ed ottenuto, di essere dimmessa dall'incarico all'indomani dello scandalo. Ora sarà anche sospesa da ogni servizio e le verrà decurtato  il 50% dello stipendio, come previsto dal contratto collettivo della dirigenza pubblica. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento