Volare con i piedi per terra: Angelo Denora e i suoi video girati con il drone

Ha iniziato pochi anni fa con l'aeromodellismo appassionandosi alla tecnologia dei droni chepermettono di realizzare riprese panoramiche mozzafiato come quelle del video di Castel Drena che ci ha inviato. Una tecnologia che può risultare molto utile anche per operazioni di Protezione Civile

foto: Angelo Denora

Si chiama Angelo Denora, vive a Cadine ma viene da Gravina in Puglia, e le sue passioni sono il "volo" e la fotografia. A volare non è lui ma da terra vive le stesse emozioni guardando i video catturati dall'occhio del suo drone grazie al quale riesce a realizzare delle riprese mozzafiato come quelle che si possono vedere nel video che ci ha inviato, girato al castello di Drena, qualche settimana fa in una bellissima giornata di sole con le montagne innevate a fare da sfondo alle suggestive rovine del castello (clicca qui per vedere il video). Un paio di anni fa, lui ne ha 26, ha iniziato ad appassionarsi all'aeromodellismo poi ha unito la sua altra grande passione, la fotografia,  costruendo il modello che vedete nella foto qui sotto. Una tecnologia che può essere molto utile anche negli interventi di Vigili del Fuoco e Protezione Civile, come quelli da lui seguiti in Puglia, in cui si può avere in tempo reale una panoramica del territorio altrimenti difficile da ottenere, soprattutto in situazioni di pericolo. Ma c'è anche l'aspetto più scenografico, che permette di vedere dall'alto panorami da sogno, rimanendo coi piedi per terra. 1377035_167527553443268_1384216899_n-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

Torna su
TrentoToday è in caricamento