Abusava della figlia di 5 anni: padre trentino condannato a 7 anni per violenza sessuale

L'uomo si è sempre professato innocente ma la corte d'appello ha confermato la sentenza emessa in primo grado

Immagine repertorio

Quando il suo stesso padre ha abusato di lei sessualmente aveva soltanto cinque anni. Per questo l'uomo, un trentino, è stato condannato a 7 anni e sei mesi di reclusione per violenza sessuale, oltre al risarcimento di 120mila euro. A deciderlo la corte d'appello che ha confermato la sentenza emessa all'inizio del 2018 in primo grado.

Gli abusi, avvenuti in un paese del Trentino, risalgono al 2015 quando la piccola, dopo aver cambiato comportamento rifiutandosi di vedere il padre, aveva raccontato quello che il genitore le stava facendo alla madre, che era separata dall'uomo. Lui ha negato tutto ma successive indagini, nonché una relazione di una psicologa da cui la bimba è stata portata, avrebbero confermato che il suo racconto era vero. 

Davanti al giudice, poi, l'uomo si è sempre professato innocente. Tuttavia in primo grado è stato condannato a sette anni e sei mesi di reclusione per violenza sessuale aggravata. E la sentenza è stata confermata in appello. Per la difesa potrebbe prospettarsi la via del ricorso in cassazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2020: in Trentino due tappe fondamentali, ed un passo inedito

  • Vino DOC falso da Pavia a Lavis: blitz della Guardia di Finanza

  • Gardaland: apre il parco acquatico Lego, ecco come sarà

  • Vino DOC contraffatto: perquisizioni in Trentino, blitz all'alba e sette arresti

  • Padre e figlio bracconieri denunciati in Val di Sole: stavano decapitando un cervo

  • Tragedia a Villazzano: anziana muore intrappolata nell'incendio

Torna su
TrentoToday è in caricamento