Ecstasy, urla e botte alla compagna in un Agritur della Val di Non: arrestato un turista

Il ragazzo, 26 anni, si è scagliato anche contro i carabinieri. E' stato arrestato, mentre la compagna, vittima di lesioni, è stata denunciata per possesso di droga

Vacanze finite nel peggiore dei modi per una coppia di turisti stranieri in Val di Non, un 26enne tedesco ed una 22 di nazionalità kosovara. Soggiornavano in un tranquillo agritur della Val di Non, e non ci hanno messo molto a rompere la pace del luogo: urla, insulti, aggressioni verbali e poi, purtroppo, fisiche. 

I proprietari della struttura hanno chiamato i Carabinieri di Cles i quali, non appena arrivati, si sono accorti che nella stanza era avvenuto qualcosa di molto grave: la ragazza presentava segni di percosse al volto. Il ragazo si è scagliato anche contro i carabinieri, la colluttazione è durata pochi minuti al termine dei quali il soggetto è stato immobilizzato.

E' stata chiamata un'ambulanza, ma nel frattempo i militari, notando evidenti segni di alterazione nei due, hanno deciso di approfondire la situazione. Addosso al ragazzo sono state ritrovate alcune pasticche di ecstasy, la ragazza invece aveva con sè modeste quantità di cocaina ed hashish, sostanze poi ritrovate anche in altri piccoli involucri nascosti nella camera per un totale di 25 grammi.

Il giovane è stato arrestato per lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale e possesso di droghe. Denunciata a piede libero per quest'ultimo reato anche la ragazza, che è stata trasportata all'ospedale di Cles dove è stata curata ed ha sporto denuncia nei confronti del compagno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croce Bianca di Trento piange Silvio Maestrelli: la triste scomparsa del ragazzo

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • La leggenda di Santa Lucia, "collega" di Babbo Natale

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

  • Luci soffuse e radio spenta, così un barbiere di Rovereto taglia i capelli ai bimbi autistici

Torna su
TrentoToday è in caricamento