Intrappolato per 24 ore in una cisterna nel bosco

Caduto in circostanze ancora da chiarire in una vecchia vasca piena di acqua, è stato soccorso dopo una notte daincubo

Un'immagine dell'intervento di Vigili del Fuoco e carabinieri sul luogo del'incidente

Ha passato più di 24 ore intrappolato in una cisterna, compresa la notte, una notte da incubo. E' successo a Mollaro, dove i Vigili del Fuoco, nel primo pomeriggio di oggi, lunedì 11 giugno, hanno tratto in salvo un uomo, caduto in circostanze ancora da chiarire in una grande vasca d'acqua. Secondo una prima ricostruzione l'uomo potrebbe essere scivolato durante una manutenzione. La vasca si trova in un bosco attiguo ai campi non lontano dal castello. Sembrerebbe abbandonata da anni.  

A far scattare l'allarme è stata l'auto, abbandonata sul ciglio della strada. Qualche passante si è insospettito ed ha chiamato i carabinieri. Possiamo solamente immaginare il sollievo dell'uomo quando, dopo più di 24 ore passate nel fango senza vedere anima viva ha visto finalmente i soccorritori. Immediato l'intervento dei Vigili del Fuoco di Taio e contemporaneamente quello dei carabinieri che, una volta appurato che non ci fossero reati, hanno solamente constatato le relative buone condizioni del malcapitato e chiuso il caso. 

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento