Valdastico, Fugatti a Roma con l'ipotesi Rovereto Sud. Il ministro Fraccaro: "Pura propaganda"

Primo incontro tra Zaia, Fugatti ed il ministro Toninelli ma il progetto sarà depositato il 10 aprile. Un altro ministro, trentino, contro l'opera: "Le risorse servono per la ferrovia"

Incontro a Roma per presentare l'accordo tra Trentino e Veneto sulla Valdastico. I presidenti Zaia e Fugatti sono stati ricevuti dal ministro Toninelli per discutere di una soluzione comune dopo la sentenza del Consiglio di Stato che, dando ragione al piccolo comune trentino di Besenello, ha rimesso in discussione l'opera divisa in due lotti. 

"Ecco perchè Fugatti e Zaia vogliono lo sbocco a Rovereto", clicca qui...

Anche alla luce della recente sentenza del Consiglio di Stato, sottolinea una nota del Ministero, qualunque ulteriore valutazione non può prescindere da un'ipotesi di tracciato complessiva. Ipotesi che sarà formalizzata, sia per il lato veneto che per quello trentino, entro il prossimo 10 aprile.

Il Ministero, dopo tale data, procederà con le valutazioni "sia sul merito della nuova ipotesi sia in relazione all'adempimento degli impegni contrattuali dell'attuale concessionario". All'opera è infatti legata, com'è noto, la concessione della A4.

nella stessa nota si conferma anche che il presidente trentino Fugatti ha "anticipato" a Roma che, per quanto riguarda il Trentino, l'ipotesi di tracciato prevede lo sbocco a Rovereto sud. Una decisione, questa, presa senza alcuna discussione in Consiglio provinciale o con le amministrazioni locali, come quella di Rovereto, dove il sindaco Valduga ha dichiaratoo di non aver visto alcuna ipotesi di tracciato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da Roma arriva anche la nota di un altro ministro, il trentino Riccardo Fraccaro del Movimento Cinque Stelle: "Il tema della Valdastico continua a essere utilizzato strumentalmente per mera propaganda politica - scrive senza mezzi termini - Ad oggi non esiste ancora un progetto esecutivo concreto, né il Governo e né il Mit hanno espresso alcun tipo di avallo. Le risorse devono essere impiegate soprattutto per potenziare la rete ferroviaria e collegare le valli. Confidiamo nella collaborazione del governatore Fugatti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

Torna su
TrentoToday è in caricamento