Valanga sull'Altissimo: due sciatori trascinati per 200 metri, illesi

Recuperati in buone condizioni i due scialpinisti travolti dalla valanga sul Monte Altissimo

Sono stati trovati illesi, a lato della valanga staccatasi dal Monte Altissimo, i due scialpinisti che nel primo pomeriggio di domenica 15 dicembre stavano scendendo dal rifugio Damiano Chiesa.

Una valanga impressionante, con un fronte di 50 metri ed una lunghezza di 350 metri, partita da un canalone poco sotto il rifugio. A dare l'allarme è stato un terzo escursionista, testimone della valanga.

I due, una 51enne di Trento ed un 55enne di Rovereto, entrambi sciatori esperti, sono stati trascinati per circa 200 metri. Il Soccorso Alpino è intervenuto in forze, con uomini ed unità cinofile.

I due sciatori sono stati trasportati a valle al rifugio Graziani, fortunatamente in buone condizioni. Le operaizoni sono proseguite alla ricerca di eventuali altre persone coinvolte. 

Nella stessa giornata il Soccorso Alpino del Trentino è intervenuto per altri due incidenti che hanno visto coinvolti scialpinisti: in entrambi i casi le vittime sono donne, con traumi agli arti inferiori, recuperate a cima Nassere nel Lagorai ed a Pian dei Fiacconi sulla Marmolada. 

Il giorno precedente un altro episodio fortunatamente finito nel migliore dei modi in Val d'Ultimo, dove uno sciatore è rimasto sepolto sotto ad una valanga ed è stato recuperato dal Soccorso Alpino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

  • Incidente in A22, si schianta contro un tir in sosta: morto 53enne

Torna su
TrentoToday è in caricamento