Rossi, Zeni e Bordon testimonial della campagna per il vaccino antinfluenzale

Vaccino antinfluenzale gratuito per over 65 e altre categorie di persone, quest'anno campagna promozionale ad hoc: si fanno vaccinare anche politici e dirigenti

In un anno come quello che sta per chiudersi, caratterizzato dalla polemica sull'obbligo delle vaaccinazioni per l'accesso a scuola, l'annuale campagna per il vaccino anti-influenzale assume toni da campagna di sensibilizzione dell'opinione pubblica, con tanto di hashtag: #iomivaccino. Come ogni anno a partire dal 6 novembre l'Azienda sanitaria trentina offre gratuitamente il vaccino contro l'influenza per alcune categorie di persone, in particolare per tutti i cittadini che abbiano compiuto 65 anni.

Le vaccinazioni antinfluenzali potranno essere effettuate negli ambulatori dei servizi vaccinali dell’Apss o da subito richiedendolo al proprio medico o pediatra di famiglia. Si stima che ogni anno circa 50 mila persone in Trentino si ammalino di influenza; negli anni di picco tale numero di persone arriva a 70-80 mila. Rientrano nelle categorie per le quali la vaccinazione è gratuita e raccomandata: bambini e adulti affetti da patologie croniche, donne nel secondo o terzo trimestre di gravidanza, bambini nati pretermine e di basso peso alla nascita e quelli in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico.

Le persone con più di 65 anni d'età saranno invitate per effettuare, oltre all’antinfluenzale, la vaccinazione antipneumococco per la protezione contro le polmoniti, meningiti e altre malattie gravi causate dal germe pneumococco. La vaccinazione, inoltre, è proposta e somministrata gratuitamente alle Forze di pubblica sicurezza, Vigili del fuoco, personale della Protezione civile e al personale che per motivi di lavoro ha contatto con animali come veterinari, allevatori e addetti al trasporto di animali.

I bambini di età compresa tra 6 mesi e 14 anni con condizioni di salute particolari riceveranno un invito alla vaccinazione dai servizi vaccinali dell’Apss. Oggi il presidente Rossi, l'assessore Zeni, il direttore generale di Apss Bordon ed altri consiglieri dell'azienda sanitaria e degli albi delle professioni sanitarie si sono presentati presso gli ambulatori di Trento per farsi vaccinare dando il via ad una campagna che, come detto, quest'anno è siicuramente più marcata del solito. E' stata aperta anche una pagina web (clicca qui) contenente tutte le informazioni utili per richiedere ed effettuare il vaccino non solo a Trento ma anche ad Arco, Cles, Cavaese, Borgo Valsugana, Malè, Mezzolombardo, Pergine, Pozza di Fasa, Primiero, Rovereto e Tione. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento