Vaccini: alle chiamate hanno risposto in 562 su 1.600 convocazioni, il 35%

Dalla settimana scorsa, hanno preso il via i colloqui con i genitori dei bimbi più piccoli. Per loro ottemperare all'obbligo vaccinale è un requisito indispensabile per poter accedere ad asili e scuole materne

Nel mese di gennaio, su 1.600 bambini e ragazzi a cui è stata inviata la richiesta di mettersi in regola con gli obblighi vaccinali, hanno risposto in 562, il 35% del totale. A febbraio, invece, sono terminate le chiamate per i bambini compresi nella fascia di età dai 0 a i 6 anni, mentre continuano le chiamate nella fascia tra i 6 ed i 16 anni. Secondo il programma stabilito, le chiamate dovrebbero terminare nel mese di aprile. Nel frattempo, dalla settimana scorsa, hanno preso il via i colloqui con i genitori dei bimbi più piccoli. Per loro ottemperare all'obbligo vaccinale è un requisito indispensabile per poter accedere ad asili e scuole materne. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento