Uil e Trentino Trasporti: "Scontro inevitabile". Più di 100 lavoratori da stabilizzare

"Estate calda" annuncia il sindacato. Ecco le rivendicazioni legate al contratto bloccato dal 2001

Estate calda, autunno ancora di più: la Uiltrasporti annuncia uno "scontro inevitabile" con l'azienda di trasporto pubblico provinciale se non verranno raggiunti gli accordi dovuti sul rinnovo del contratto, fermo al 2001. Sul piatto più di 100 lavoratori da stabilizzare, la turnazione sulla Valsugana che deve essere rivista, il miglioramento della gestione nell’ufficio del servizio urbano di Trento.

E' scontro anche sui tempi di percorrenza nei turni festivi, la sicurezza a bordo dei mezzi , i turni agevolati per i parzialmente idonei, la riparametrazione per il personale di officina e impiegati, la rivisitazione delle sedi periferiche per valutare se esistono canoni di sicurezza, questo e molto altro è stato trattato all’incontro avvenuto in sede aziendale.

Questo l'elenco delle rivendicazioni che si legge in una nota, a dire il vero contraddittoria, nella quale insieme alle procedure di "raffreddamento", secondo il gergo sindacale, si annuncia la possibilità di scioperi estivi: "prevediamo momenti di scontro se non avremo dei concreti risultati e risposte che i lavoratori (tutti) aspettano da anni" conclude Nicola Petrolli, segretario provinciale del sindacato dei trasporti.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Volotea: due nuove destinazioni dall'Aeroporto Catullo

  • Torna l'obbligo di pneumatici invernali

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Cosa fare nel weekend: tutti gli eventi

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

  • Infortunio sul lavoro a Grigno, precipita per cinque metri e si schianta al suolo: grave

Torna su
TrentoToday è in caricamento