Ledro, 83 coraggiosi per il "Tuffo della merla"

I "giorni della merla" sono considerati i più reddi dell'annno, c'è chi ne approfitta per un tuffo decisamente fuori stagione ma, dicono, particolarmente corroborante

foto via facebook Tuffo della merla

Si chiama "Tuffo della Merla", ma la mascotte potrebbe essere benissimo il pinguino. Le acque gelide del lago di Ledro hanno accolto anche quest'anno gli impavidi che si sono dati appuntamento questa mattina per il tradizionale appuntamento: un tuffo nell'acqua a due gradi, una nuotata fino al pontile di legno in mezzo al  lago e ritorno. Il tuffo invernale nel lago è una tradizione a Riva del Garda, dove si svolge però nel giorno dell'Epifania. Nove anni fa Ledro lanciò la sfida del tuffo nei "giorni della merla", l'ultima settimana di gennaio, solitamente i giorni più freddi dell'anno. La  prima edizione vide 15 coraggiosi tuffatori, il numero è andato aumentando  di anno in anno fino al record dell'edizione 2017: 83 tuffatori arrivati da tutto il Trentino, ma anche da tutta Italia nonchè da Inghilterra e Germania, per l'evento "corroborante". Una curiosità: l'acqua è quasi sempre più calda rispetto alla temperatura esterna. Due gradi questa mattina, rispetto al grado e mezzo dell'aria. 

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento