Comprano trattori su internet e pagano con assegni falsi

Indagini partite dalla val di Fassa, denunciati due calabresi

foto a titolo esemplificativo

Due trattori comprati su internet, per un valore totale di 25.000 euro, pagati con assegni falsi. E' questa la truffa smascherata dai carabinieri di Cavalese che hanno dato corso alle indagini dopo la denuncia di uno dei due truffati, un contadino di Pozza di Fassa. 

Al termine delle indagini sono stati deferiti alla procura di Trento due calabresi, di 29 e 35 anni. I due hanno contattato il contadino su internet spacciandosi come dipendenti di una società edile di Reggio Calabria, risultata estranea ai fatti. 

Dopo aver concordato il prezzo del trattore hanno pagato con un assegno circolare da 15.000 euro, assegno risultato essere falso. Episodio analogo poco dopo in provincia di Pisa. Cambia il valore, 10.000 euro, ma l'assegno è sempre falso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C'è di più: perfino gli spedizionieri, anch'essi estranei ai fatti, venivano pagati con assegni falsi. Impossibile recuperare i trattori, fatti "sparire" nelle campagne calabresi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

  • Aquila uccisa nel suo nido, muoiono anche i piccoli: chiesta un'indagine

Torna su
TrentoToday è in caricamento