Comprano trattori su internet e pagano con assegni falsi

Indagini partite dalla val di Fassa, denunciati due calabresi

foto a titolo esemplificativo

Due trattori comprati su internet, per un valore totale di 25.000 euro, pagati con assegni falsi. E' questa la truffa smascherata dai carabinieri di Cavalese che hanno dato corso alle indagini dopo la denuncia di uno dei due truffati, un contadino di Pozza di Fassa. 

Al termine delle indagini sono stati deferiti alla procura di Trento due calabresi, di 29 e 35 anni. I due hanno contattato il contadino su internet spacciandosi come dipendenti di una società edile di Reggio Calabria, risultata estranea ai fatti. 

Dopo aver concordato il prezzo del trattore hanno pagato con un assegno circolare da 15.000 euro, assegno risultato essere falso. Episodio analogo poco dopo in provincia di Pisa. Cambia il valore, 10.000 euro, ma l'assegno è sempre falso. 

C'è di più: perfino gli spedizionieri, anch'essi estranei ai fatti, venivano pagati con assegni falsi. Impossibile recuperare i trattori, fatti "sparire" nelle campagne calabresi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

  • Fuga di Gpl sulla Valsugana: bloccata anche la ferrovia Trento-Bassano

Torna su
TrentoToday è in caricamento